Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Venerdì, 19 Agosto 2022
itenfrdees

Laboratorio Civico: “Caro Principe le convenzioni non sono un optional...”

Posted On Venerdì, 20 Settembre 2019 18:46
Marcello Manna e Sandro Principe Marcello Manna e Sandro Principe

"Le convenzioni, le scadenze di queste, per il consigliere comunale Sandro Principe forse sono un optional, ma per il sindaco di Rende Marcello Manna non lo sono affatto. Finalmente è finita, con esito positivo per il comune di Rende, l’infinita storia del campi da tennis. Il consiglio di Stato ha messo la parola fine ad una storia che è durata fin troppo a lungo, anche perché, le regole si devono rispettare e i campi da tennis non erano campi da tennis privati, ma sono comunali. Quindi, scaduta la convenzione, bisognava soltanto prendere atto di questo dato."

E' quanto si legge in una nota del Laboratorio Civico. "Il primo cittadino di Rende ha chiesto costantemente ai vecchi gestori un progetto migliorativo che non è mai arrivato. Ora i lavori possono proseguire con una nuova fase per un tennis club destinato a diventare il giardino più bello e importante della città. Quindi caro Principe è inutile sventolare la bandiera della solidarietà anche agli ambientalisti di Crocevia che ora sono senza casa. Per loro, come per i vecchi gestori dei campi da tennis difesi da Principe, è scaduta la convenzione."

"Il sindaco di Rende, con l’assessore Ziccarelli, troveranno una soluzione alternative. Ricordiamo al consigliere Principe che quella sede non l’aveva, di certo, data lui a Crocevia, ma è stata proprio l’amministrazione guidata da Marcello Manna a trovare la sede ad una associazione che in, questi anni, mai è stata tenera con il sindaco. Anzi. Si è cercato costantemente di infangare l’azione amministrativa di un primo cittadino che ha messo la faccia al problema ventennale della ex Legnochimica."

"Ora c’è la polemica per lo sfratto dalla loro sede. E come con la storia dei campi da tennis, il sindaco e, la sua squadra di governo, ha voluto far valere un principio che è quello del rispetto delle regole. Un principio che vale per tutti. E Sandro Principe dovrebbe iniziare a farsene una ragione. Ripetiamo con forza: caro consigliere comunale Sandro Principe le convenzioni e, le scadenze di queste, non sono un optional e quando scadono, scadono. Punto."

 

 

News dalla Calabria