Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Sabato, 14 Dicembre 2019
itenfrdees

L'Italia ricorda Paolo Borsellino. La figlia Fiammetta contro Fuzio: "Mi ha scritto una lettera vergognosa"

Posted On Venerdì, 19 Luglio 2019 10:28
Fiammetta e Paolo Borsellino Fiammetta e Paolo Borsellino

Ventisette anni fa, in via D’Amelio, a Palermo, veniva ucciso il giudice Paolo Borsellino. Con lui morirono gli uomini della sua scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina. È una giornata di commemorazione, ma anche di rabbia. E di polemica. Fiammetta, figlia del magistrato, in un’intervista al Quotidiano del Sud si scaglia contro l’ormai ex pg della Corte di Cassazione, Riccardo Fuzio. Dopo aver lasciato il suo incarico perché il suo nome è comparso nelle carte dei pm che indagano su Luca Palamara, il magistrato ha scritto una lettera alla figlia minore del giudice.

Nel documento sostiene di non aver fatto in tempo ad aprire l’azione disciplinare contro i suoi colleghi indagati per depistaggio. Il gesto ha fatto indignare la donna, che spiega: “Una lettera incredibile e vergognosa nella quale Fuzio dice di non essere riuscito a fare nulla per avviare una indagine per l’azione disciplinare nei confronti dei magistrati coinvolti nell’inchiesta sul depistaggio, indagati dalle procure di Messina e Caltanissetta: una indagine che avrebbe dovuto portare a individuare i magistrati responsabili del depistaggio”.

La donna ricorda un recente incontro con l’ex pg della Cassazione: “Un anno fa io e mia sorella Lucia siamo state convocate da Fuzio, al quale abbiamo portato carte, documenti, testimonianze ed altro e lui ci aveva assicurato un suo intervento per promuovere l’azione disciplinare. Perché, che ci siano dei magistrati responsabili del depistaggio sull’inchiesta di mio padre, non lo diciamo noi figli ma l’ultima sentenza della Corte d’assise di Caltanissetta. Adesso questa lettera, scritta peraltro con i piedi, ci indigna ancora di più, perché dopo un anno, Fuzio sostiene di non avere avuto il tempo di occuparsi di questa vicenda perché era impegnato in altre vicende giudiziarie”.

La figlia minore del giudice accusa poi la Commissione antimafia di aver voluto strumentalizzare “a fini mediatici” l’anniversario della morte del padre. Il riferimento è alla desecretazione degli atti che lo riguardano: “Oggi, anzi ieri - dice - molti si pavoneggiano di avere desecretato quegli atti. Loro, (Commissione antimafia e Parlamento ndr) puntano agli anniversari per fare vedere che lavorano. Loro, il Csm e la Commissione antimafia, lo fanno il 19 luglio nell’anniversario della morte di mio padre e degli uomini della sua scorta e hanno il sapore della strumentalizzazione mediatica”.


Fonte: huffingtonpost.it

Rubriche

News dalla Calabria

  • Congresso regionale dell’Istituto di Urbanistica. Domenico Passarelli riconfermato presidente dell’organismo regionale calabrese Congresso regionale dell’Istituto di Urbanistica. Domenico Passarelli riconfermato presidente dell’organismo regionale calabrese
    La sezione INU Calabria ha celebrato nella sede del Consiglio Regionale della Calabria il suo Congresso alla presenza del presidente nazionale Michele Talia, delle istituzioni regionali e dei numerosi studenti partecipanti. Hanno affollato la Sala Calipari di Palazzo Campanella le Associazioni di categoria, gli Ordini professionali, i Collegi dei Geometri, i Dirigenti tecnici della Regione Calabria, oltre Docenti Universitari e molti altri cultori della materia. La cornice più significativa è stata quella dei tantissimi giovani provenienti dagli Istituti scolastici e…
    Giovedì, 12 Dicembre 2019 08:28
  • La standing ovation del “Rendano” per Niccolò Fabi La standing ovation del “Rendano” per Niccolò Fabi
    COSENZA – Un successo di pubblico e di emozioni la tappa cosentina del tour di Niccolò Fabi. In un gremitissimo “Rendano” finisce come era iniziata, tra gli applausi. Tutti in piedi. Meritatissima standing ovation per il cantautore romano che intrattiene, ammalia e lascia sognare i suoi fans per quasi due ore, ininterrottamente. Bravo come sempre, dolce e col suo fare gentile che lo contraddistingue, accompagna i suoi brani narrando sempre qualcosa di intrigante. Mai banale, mai scontato, mai ricercato. Non…
    Mercoledì, 11 Dicembre 2019 08:02
  • Franco De Benedittis, Sergio Mazzuca e Gerardo Sacco a sostegno della Fondazione il Cuore in una Goccia Onlus Franco De Benedittis, Sergio Mazzuca e Gerardo Sacco a sostegno della Fondazione il Cuore in una Goccia Onlus
    Si è tenuta venerdì 6 dicembre, presso il Regal Garden di Cosenza, la serata di beneficenza a sostegno del Cuore in una Goccia, la Fondazione Onlus che sostiene le mamme e le famiglie che ricevono in gravidanza una diagnosi prenatale di patologia del proprio bambino, fornendo loro un supporto Medico-scientifico, Familiare- Testimoniale e Spirituale, lungo tutto il percorso di accoglienza, cura e accompagnamento dei loro bambini.
    Martedì, 10 Dicembre 2019 08:28