Menu

Rosella Pellegrini Serra, Presidente AIRC Comitato Calabria, denuncia una truffaldina raccolta fondi “porta a porta” 

La dott.ssa Rosella Pellegrini Serra, in qualità di Presidente AIRC Comitato Calabria, rende noto che una persona, il cui nominativo è stato segnalato alle forze dell’ordine e sul quale sono attualmente in corso gli accertamenti di rito, ha illegittimamente utilizzato il nome dell’Associazione e l’identità stessa della sua Presidente regionale, al fine di realizzare una truffaldina raccolta fondi “porta a porta” in danno dei malcapitati donanti ed in gravissimo pregiudizio per l’immagine e il prestigio dell’Associazione.

Read more...

Allarme sul pessimo stato delle strade e stato di agitazione dei lavoratori del settore viabilità della Provincia di Cosenza

I lavoratori del settore viabilità della Provincia lanciano l'allarme sul pessimo stato delle strade e proclamano lo stato di agitazione, chiedendo un'inversione di tendenza e una maggiore tutela. In particolare, in due distinte lettere del 2014 e del 2015, indirizzate all'allora presidente della Provincia Mario Oliverio e a quello attuale Mario Occhiuto, i lavoratori denunciano i problemi della viabilità provinciale e le preoccupanti carenze nella manutenzione ordinaria.

Read more...

La Cgil si mobilita contro la chiusura dell’Agenzia delle Entrate

La Fp Cgil di Cosenza e la Camera del Lavoro di Paola esprimono netta contrarietà alla decisione della Direzione nazionale dell'Agenzia delle Entrate di trasformare l'Ufficio di Paola in un semplice sportello di ricezione degli atti. Una decisione assunta in esecuzione del piano di razionalizzazione delle spese per immobili in locazione previsto dalla spending review. La Fp Cgil di Cosenza e la Camera del Lavoro di Paola si schierano al fianco dei 40 dipendenti dell'ufficio di Paola e dei cittadini del territorio.

Read more...

Serie furti in scuole Cosenza, arresti. Operazione della polizia, due giovani sorpresi in un istituto

Due giovani, M.C., di 21 anni, ed A.D.M., di 18, sono stati arrestati dagli agenti della polizia di Stato perché accusati di avere compiuto una serie di furti e danneggiamenti in una decina di istituti scolastici di Cosenza. I poliziotti hanno sorpreso i due mentre si trovavano in una scuola elementare, dove stavano prelevando denaro dai distributori automatici di bibite e alimenti. Alla vista dei poliziotti i due hanno tentato di fuggire, ma sono stati bloccati ed arrestati.

Read more...

Gigi Meduri respinge accuse, mai preso soldi. L'indagato "ha spiegato di essere estraneo a qualsiasi passaggio di danaro"

Si è dichiarato estraneo ai fatti negando di aver preso soldi Luigi Meduri, ex sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture, dal 2006 al 2008, del governo Prodi, finito agli arresti domiciliari per corruzione nell'ambito dell'inchiesta della procura di Roma su un giro di tangenti all'Anas. Come riferito dall'avvocato Antonio Managò, difensore di Meduri, al termine dell'interrogatorio di garanzia tenutosi nell'ufficio del gip Giulia Proto alla presenza dei pm Francesco Loy e Sabina Calabretta, l'indagato "ha risposto a tutte le domande e chiarito ogni particolare, in particolare ha spiegato di essere estraneo a qualsiasi passaggio di danaro".

Read more...

Arrestato il presunto assassino del docente rossanese Massimo Bevacqua trovato morto nella sua abitazione a Tunisi

E’ stato arrestato il presunto assassino del docente rossanese Massimo Bevacqua trovato morto, tra il 3 e il 4 febbraio scorso, a Tunisi dove insegnava. Si tratta di un giovane tunisino che ha ammesso tutto. Il malvivente è stato catturato molti mesi fa, ma la notizia è arrivata in Italia solo in queste ultime ore. Le autorità tunisine continuano, tuttora, a mantenere il massimo riserbo sulla vicenda e non si comprende il motivo. Il processo, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe iniziare a breve, ma ancora nessuna data è stata comunicata alla famiglia in quanto le autorità locali hanno garantito che si sarebbero concentrati sul caso dopo l’estate, visto l’afflusso di turisti nella città in cui risiedeva Massimo Bevacqua.

Read more...

Campo rom, Pierluigi Caputo: “Strumentalizzazioni a fini elettorali che non danno merito a un’azione politico-amministrativa mai realizzata prima d’ora”

“A noi non risultano assolutamente flussi di rom che abbiano occupato abitazioni del centro storico. Si tratta di strumentalizzazioni scorrette e fuori luogo che non danno merito a una azione politico-amministrativa mai realizzata prima d’ora”. E’ così che Pierluigi Caputo, del gruppo consiliare “Mario Occhiuto Sindaco”, definisce le polemiche che alcune forze dell’opposizione stanno muovendo in merito allo sgombero del campo provvisorio dei cittadini rom a Vaglio Lise.

Read more...

Mario Occhiuto, sul triplice delitto di Cassano Allo Jonio che sconvolse l'intero Paese, "L'Ente si costituirà perte civile

“La tragedia per la morte di Cocò ha sconvolto non solo il territorio di Cassano e della nostra provincia, ma quello dell’intera nazione. Niente potrà lenire quell’enorme dolore che la morte di un bambino innocente, di soli tre anni, ha lasciato nella sua famiglia e in tutti noi. Ma la giustizia può lenire in parte tanta sofferenza. Per questo non possiamo che congratularci con gli inquirenti che hanno dato un volto ai suoi brutali assassini, che hanno ucciso insieme al piccolo Cocò anche il nonno Giuseppe Iannicelli e la sua compagna Ibtissam Touss”.

Read more...

Arrestati killer di Cocò, nonno lo usava come scudo. Bimbo 3 anni bruciato in auto con 2 parenti, ricordato dal Papa

Arrestati dai carabinieri del Ros due presunti autori dell'omicidio del piccolo Cocò Campolongo, il bambino di soli tre anni ucciso e bruciato in auto a Cassano allo Jonio, insieme al nonno e alla compagna di questi, il 16 gennaio 2014. L'efferato omicidio aveva commosso l'Italia e anche papa Francesco aveva ricordato Cocò durante l'Angelus. Gli arresti sono stati compiuti stamani dai carabinieri del Ros e da quelli del comando provinciale di Cosenza che hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, richiesta dalla procura distrettuale antimafia di Catanzaro.

Read more...

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione