Menu

Il Consigliere Nazionale Anci Vincenzo Granata richiede l'accesso agli atti amministrativi per valutare la legittimità dell’elezione del Presidente e del Consiglio dell'Anci-Calabria

Vincenzo Granata Vincenzo Granata

Il consigliere nazionale dell'Anci, Vincenzo Granata, che è anche consigliere comunale a Cosenza, ha inoltrato una richiesta di accesso agli atti amministrativi al fine di valutare la legittimità dell'elezione del Presidente e del relativo consiglio. "A distanza di decenni ti ritrovi ad evocare i rimasugli di ciò che hai dovuto apprendere per meglio comprendere l’incombente attualità della vecchia concezione comunista, di perduta memoria, contraria ai principi di libertà, partecipazione e democrazia.

Cosi trattando oggi il delicato problema della vecchia politica, mi accade di richiamare alla memoria - afferma il consigliere nazionale Anci - il detto di un giurista medievale che nella, disputa tra Regalisti e Curialisti (i ghibellini ed i guelfi) scrisse (Il Signor Papa, proprio perché è Papa acchiappa tutto), tanto per usare un linguaggio alla buona.

Tanto premesso queste mie considerazioni si addicono perfettamente a quanto sta avvenendo in Anci Calabria. L’art. 1 dello statuto dell’ANCI Calabria, stabilisce che l’associazione è basata nello spirito di unità nazionale e nella peculiare tradizione democratica calabrese ; anche il punto 1.4 statuto Anci Nazionale, stabilisce che in essa trovano sede e rappresentanza i principi di pari dignità e pluralismo".

"In questi giorni ho constatato che in Anci Calabria non esiste pari dignità e pluralismo politico tra le forze in campo, anzi si assiste ad una condotta unilaterale che assomiglia - conclude Vincenzo Granata - al solito monologo di vecchia memoria. Vi è di più il solerte Presidente Papa si accompagna al solito Sindaco di periferia sostenuto da qualche consigliere regionale, già noto per ricorsi amministrativi persi in altre associazioni di comuni, collezionando brutte figure presso gli organi competenti.

Pertanto il sottoscritto, nella sua qualità di Consigliere Nazionale Anci , si è recato stamani presso la sede centrale Anci Calabria in Catanzaro per accesso atti amministrativi al fine di valutare la legittimità degli atti, elezione del Presidente e relativo Consiglio, ed eventuale azione in ogni sede giudiziaria competente".

Redazione

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione