Menu

Al voto il 4 marzo, - 65 giorni per le urne, al via la campagna elettorale, entro il 29 gennaio verranno presentate le liste

Paolo Gentiloni Paolo Gentiloni

E' ufficiale, gli italiani andranno al voto per le elezioni del nuovo Parlamento domenica 4 marzo 2018. E andranno al voto con una nuova legge elettorale mista, proporzionale e maggioritaria. Il Consiglio dei ministri, infatti, ha approvato il decreto di indizione della data delle elezioni a seguito dello scioglimento delle Camere. Sono convocate per il 23 marzo le Camere per la prima seduta dopo lo elezioni. La seduta servirà a eleggere i rispettivi presidenti.

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha portato il decreto al Colle per la controfirma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Consiglio dei Ministri, prendendo atto della decisione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella di sciogliere le Camere, ha approvato, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro dell’interno Marco Minniti, tre decreti del Presidente della Repubblica per le elezioni politiche del 2018.

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato di proporre al Capo dello Stato la data di domenica 4 marzo 2018 per la convocazione dei comizi elettorali per la Camera e il Senato, nonché quella di venerdì 23 marzo 2018 per la prima riunione delle nuove Camere, come da intesa con i Presidenti dei due rami del Parlamento.

Gli ulteriori due decreti presidenziali determinano, in conformità con quanto previsto dal decreto legislativo 12 dicembre 2017, n. 189, recante la “Determinazione dei collegi elettorali della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, in attuazione dell’articolo 3 della legge 3 novembre 2017, n. 165”, l’assegnazione del numero dei seggi per l’elezione della Camera dei deputati (circoscrizioni elettorali e collegi plurinominali di ciascuna circoscrizione; circoscrizione Estero) e del Senato della Repubblica (regioni e collegi plurinominali di ciascuna regione; circoscrizione Estero).

Poco più di due mesi di vera e propria campagna elettorale.  I simboli dei partiti andranno depositati al Viminale tra la mattina del 44esimo e le 16 del 42esimo giorno prima del voto. Le liste tra il 35esimo e il 34esimo giorno prima del voto. Dal 30esimo giorno prima della data delle elezioni potranno svolgersi i comizi e le riunioni di propaganda elettorale. Mentre nei 15 giorni precedenti il voto è vietata la diffusione dei sondaggi. 

Redazione

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione