Menu

Strade delle Industrie, lo spezzatino non digerito da Sandro Principe

Marcello Manna Marcello Manna

"Non si può che rimanere increduli di fronte ad un articolo di un tale genere che risulta espressione di una scarsa conoscenza sia relativamente a fatti avvenuti in “epoche” in cui governavano altre amministrazioni sia relativamente alla precisa localizzazione dell’opera inaugurata. Pertanto, nell’intento di dare trasparenza all’attuale azione amministrativa, è opportuno dare alcune informazioni sull’iter che ha portato alla realizzazione dell’opera, fermo restando che per la precisa localizzazione della stessa l’On. Principe, partecipando all’inaugurazione da “cittadino rendese”, forse avrebbe preso esatta conoscenza dello stato dei luoghi evitando di uscire sulla stampa in modo così “impulsivo” ed “erroneo”."

Questa la la risposta del Sindaco di Rende Marcello Manna a Sandro Principe. "Ebbene, l’opera, coinvolgendo due territori contigui, nasce da un’azione amministrativa congiunta dei Comuni di Rende e Montalto Uffugo, che si è concretizzata con un accordo di programma approvato nel 2015 dai rispettivi consigli comunali e pubblicato sul Bollettino della Regione Calabria - Parte II - n.22 del 25 maggio 2015. All’interno dell’accordo di programma è stato previsto il finanziamento del tratto ricadente nel Comune di Rende, di importo complessivo pari a € 415.000,00 con le seguenti fonti di finanziamento: per € 235.000,00 mediante il diverso utilizzo del mutuo Cassa DD.PP. posizione n. 6001130/00 di € 1.468.176,00 già contratto dall’Ente e per € 180.000,00 mediante l’utilizzo delle economie derivanti dal ribasso d’asta accertate dal Comune di Montalto Uffugo con deliberazione di Giunta Comunale n. 02 del 10/02/2015, relative all’appalto dell’opera di propria competenza, avente un importo di € 5.700.000,00 gravanti per la maggior parte su finanziamento concesso dalla Regione Calabria."

"L’accordo è, pertanto, un evidente esempio di “buona amministrazione” avente l’intento di dotare i due territori comunali di una nuova, importante ed unitaria infrastruttura viaria di collegamento delle relative zone industriali, nel pieno superamento di “politiche campanilistiche” che negli anni scorsi hanno posto un limite allo sviluppo dell’area urbana. Circa l’affermazione di “spezzatino” di un mutuo di 1,7 milioni di euro contratto dalle precedenti amministrazioni con oneri gravanti per la gran parte sulla Regione Calabria…. forse l’On. Principe non sa che la Regione Calabria con nota prot. 296849 del 10 settembre 2012 ha proceduto alla revoca del finanziamento concesso dalla Regione Calabria per “mancati adempimenti di propria competenza nei termini perentori prescritti dal Decreto Dirigenziale n.7218 del 21/06/2011”."

"E’ rimasto, quindi, l’intero mutuo gravante sul bilancio comunale. Una parte del predetto mutuo è stato impiegato per finanziare parzialmente (€ 235.000,00) l’opera inaugurata che, altrimenti, vista l’impossibilità di contrarre nuovi mutui per lo stato di predissesto in cui versano le casse comunali, sarebbe rimasta inattuata. Vista la revoca del finanziamento della Regione Calabria e l’impossibilità di stanziare apposite fonti alternative gravanti sul bilancio comunale, la restante parte del mutuo è stata impiegata per opere varie di manutenzione (ritenute prioritarie rispetto a nuove realizzazioni) che hanno riguardato la messa in sicurezza delle scuole, la realizzazione di reti acque bianche in “zone centrali”, il rifacimento di marciapiedi, la riqualificazione di spazi e aree verdi, il completamento di opere (“viale parco”) incomplete."

"Il tutto in piena ottemperanza di quanto previsto dalla normativa vigente…altro che “spezzatino”…..invito l’On. Principe a leggere a tal fine quanto previsto dall’art. 128 del D.Lgs. n.163/2006 (Codice dei Contratti vigente fino ad aprile 2016): “Il programma triennale deve prevedere un ordine di priorità. Nell'ambito di tale ordine sono da ritenere comunque prioritari i lavori di manutenzione, di recupero del patrimonio esistente, di completamento dei lavori già iniziati…..”. Quindi, il collegamento al nuovo svincolo di Settimo e alla zona industriale è stato solo differenziato, per come confermato anche dai contenuti dell’Accordo sulla metropolitana leggera. In definitiva…. registriamo che mentre l’onorevole Principe fa proclami e racconta una sua ricostruzione dei fatti poco coerenti con la realtà, da parte mia c'è il dovere di informare correttamente i cittadini e sopratutto di realizzare tutte le opere, sia quelle che abbiamo trovato gia avviate sia quelle che abbiamo interamente progettato."

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione