Menu

70 studenti dell’Università della Calabria nella Piana di Gioia Tauro con don Pino Demasi per il 19° laboratorio esterno di Pedagogia della R-Esistenza

70 studenti dell’Università della Calabria nella Piana di Gioia Tauro con don Pino Demasi per il 19° laboratorio esterno di Pedagogia della R-Esistenza

Si terrà oggi, lunedì 18 dicembre, a Polistena presso le sedi della Cooperativa Valle del Marro-Libera Terra e Centro polifunzionale Puglisi, il 19° laboratorio esterno del progetto scientifico-didattico Pedagogia della R-Esistenza, giunto al settimo anno di attività e attualmente ospitato dal Dipartimento di Lingue e Scienze dell’Educazione dell’Unical.

70 universitari di Scienze dell’Educazione si recheranno nella Piana di Gioia Tauro per approfondire sotto la guida di don Pino Demasi, Referente del locale coordinamento di Libera, le strategie di resistenza territoriale al potere mafioso. Gli studenti dopo aver visitato le strutture confiscate ai clan reggini (i campi di Libera Terra presso Castellace di Oppido Mamertina), chiuderanno la giornata presso la sede di Libera ubicata a Polistena nel Centro Puglisi, discutendo di democrazia, Mezzogiorno e nuova resistenza con gli attivisti del movimento antimafia. All’iniziativa parteciperà anche il giornalista de Il Quotidiano del Sud, Michele Inserra.

«Andiamo a Polistena, afferma Giancarlo Costabile, per far capire agli studenti in modo concreto, e non retorico, come si contrasta la cultura criminale e come si costruisce la pedagogia della speranza. Il lavoro di don Pino Demasi rappresenta qualcosa di straordinario per la Calabria e il Mezzogiorno, perché si possono misurare socialmente gli effetti della sua azione pedagogica e militante. Il nostro percorso formativo esterno alle aule universitarie - che ha toccato negli anni Palermo, Scampia, San Luca - nasce proprio con don Demasi il 30 novembre del 2011, quando ci recammo per la prima volta da lui a studiare. E’ opportuno sottolineare, conclude Costabile, che i nostri ‘laboratori in situazione’ vengono svolti senza ricorrere all’utilizzo del denaro pubblico. La parola che libera non può essere quella pagata, così come insegnava Paulo Freire, l’educatore brasiliano padre della Pedagogia della Liberazione.»

 

Giancarlo Costabile

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione