Menu

Calabria, il Governatore Mario Oliverio è l'unico a sostenere la tesi di una ripresa dalla crisi

Mario Oliverio Mario Oliverio

E' vero che l'arte dei politici professionisti della Calabria è quello di far vedere mare e monti, di vendere illusioni e di dire sempre che tutto migliora e che tutto l'operato svolto è sempre e solo per il bene dei calabresi e per lo sviluppo della Calabria. Parole sacrosante dette per decenni e decenni in una terra di bugie e di annunci mentre la realtà ha sempre smentito le bugie soprattutto con la freddezza dei numeri e delle graduatorie economiche e sociali che puntualmente hanno destinato alla Calabria l'ultimo posto.

Ma nell'arte delle favole chi supera tutti è il Governatore Mario Oliverio che da professionista della politica (basti pensare che a soli 27 anni nel lontanissimo 1980 era già consigliere regionale del vecchio Pci), continua a sostenere la magnificenza della sua azione di Governatore. Infatti nell'assemblea dell'Adiconsum presso la sala convegni della Fondazione Terina a Lamezia Terme il Governatore ha affermato che "siamo in una fase che le risorse dei Fondi Europei stanno entrando nel sistema circolatorio dell'economia e della società calabrese". In realtà gli ultimi dati confermano il record nazionale delle famiglie calabresi che sono le più indebitate con il 40% dei nuclei familiari coinvolti a differenza del 20% nazionale per non parlare della continua migrazione giovanile e della continua emorragia di posti di lavoro.

Poi Oliverio ha discusso di infrastrutture e turismo sostenendo che le infrastrutture sono migliorate e che il turismo ha segnato incrementi importanti. Poi ha discusso anche di sanità, il suo grande ed unico pallino. Ha discusso del commissariamento che è in vigore dal 2010 con un bilancio di sette anni solo negativo ed ha sostenuto di essere in attesa che la Ministra Lorenzin porti il caso Calabria e la richiesta di porre fine al commissariamento presso il Consiglio dei Ministri. Attesa vana ed effimera considerando l'aria elettorale che tira. Magari il Governatore Mario Oliverio potrebbe andare ad incatenarsi a Palazzo Chigi contro la Ministra ed il Governo targato Pd, il suo stesso partito, ma dovrebbe farlo al più presto, prima dello scioglimento delle Camera e della fine della legislatura. Altrimenti anche tutti questi annunci potrebbero fare la fine dei tanti annunci di sempre.

Quella di parole al vento tipiche dei politici professionisti anni luce lontani dalla realtà e retaggio di un tempo lontanissimo che in Calabria è ancora il presente considerata l'immobilità di una terra contraria ad ogni cambiamento ma che, a livello nazionale, fanno della Calabria e del suo ceto politico una zavorra che non ha alcun peso ed alcuna considerazione nei palazzi romani che contano.

Redazione

 

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione