Menu

Report sullo stato di degrado delle città e delle periferie, un Paese sempre più povero e sempre più diseguale

Report sullo stato di degrado delle città e delle periferie, un Paese sempre più povero e sempre più diseguale

La Commissione Parlamentare d'Inchiesta creata ad hoc presso gli organi parlamentari ha consegnato i lavori durati quasi un anno. Una relazione di ben 880 pagine con tante audizioni e con il contributo di esperti. Si delinea nella stessa un Paese sempre più in difficoltà con un crescente peso della povertà, con l'assenza totale di qualsiasi ascensore sociale e con una miseria nascosta all'ombra, soprattutto delle città più grandi.

E non solo problemi di natura economica ma anche una grande sfiducia nello Stato che alimenta l'astensionismo dal voto elettorale. Luoghi nei quali l'aumento del Pil, la ripresa della quale parlano tutti i mass - media nazionali, gli andamenti della borsa e tanto altro ancora non sono minimamente percepiti. Luoghi dove la sopravvivenza è l'unica regola quotidiana.

Dove complessivamente si registrano 48.000 alloggi popolari occupati abusivamente e dove l'illegalità è diffusa ed ambientale. Segnali negativi che confermano come la politica non sia più in grado di incidere nelle sacche sempre più vaste di una popolazione sofferente, senza alcuna garanzia e senza alcuna tutela. Inutile dire che il Mezzogiorno rappresenta, in tal senso, al di là delle periferie delle grandi città, un dramma nel dramma, da sempre irrisolto.

E nell'ambito dello steso Mezzogiorno regioni come la Calabria che non riescono a decollare. In tale contesto la Casta politica continua solo a privilegiare la propria esistenza e la propria poltrona. Ma tutto ciò fin quando potrà durare considerando che alcuni studi economici recenti fissano in ben 30.000.000 il numero degli italiani che convivono con una crisi che durra da troppi anni. E trenta milioni su 62.000.000 abitanti complessivi sono il 47% della popolazione. Una cifra che dovrebbe far seriamente preoccupare.

Redazione

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione