Menu

Movimento "Noi con Salvini, Corigliano - Rossano e Movimento per la Sovranità, "Cosa è venuta a fare di concreto la Lorenzin? Nulla, solo saluti e convenevoli"

Beatrice Lorenzin Beatrice Lorenzin

In merito alle recente visita della Ministra della Sanità, Betarice Lorenzin, a Rossano riceviamo un comunicato congiunto a firma di Paolo Lamenza, responsabile del Comitato cittadino di Noi con Salvini - Corigliano Rossano e del Movimento per la Sovranità e volentieri pubblichiamo: "Riconosciamo, senza alcuna ironia, lo sforzo che si sta esercitando per un dignitoso sviluppo del territorio. Non poco, se si pensa al difficile momento in cui si trova la Politica. Riuscire a portare sul territorio poi, il Ministro per la salute Beatrice Lorenzin, deve essere considerato come uno sforzo ed un impegno enorme. Detto ciò, però, le considerazioni da parte dei cittadini e della politica, sono doverose e d’obbligo."

"Sapendo pertanto, di interpretare il mormorio del pubblico presente in sala e della “politica” che ci onoriamo di rappresentare, non possiamo sottrarci quindi ad alcune riflessioni senza assolutamente volere sfiorare la suscettibilità di chicchessia. Cosa viene a fare il ministro della Salute in Calabria sapendo che il prossimo 27 dicembre ci sarà lo scioglimento delle camere? Tutti si aspettavano portasse notizie, a fine legislatura, sulla accelerazione dell’iter per la costruzione dell’Ospedale Unico, proprio alla luce dell’esito referendario, invece, non una parola. Tutti si aspettavano si parlasse della gravissima condizione sanitaria della Calabria, della riorganizzazione dell’area ospedalierada parte del Commissario Regionale alla sanità Massimo Scura e quindi della assurda rimodulazione delle unità operative dell’ospedale spoke Corigliano Rossano, che si facesse cenno alla “mortificazione sanitaria”, che, l’area jonica, continua passivamente a subire."

"Molti, poi, erano certi si facesse cenno alla precarietà dei servizi, alle lunghe liste d’attesa, ai casi di malasanità e di igiene negli ospedali, al perché non si facciano concorsi per dirigenti, alle assunzioni di personale infermieristico. Tutti speravano di ascoltare il Ministro sul tema di morbi e malattie portate dagli immigrati, tubercolosi, morbillo, scabbia, malaria e della forte ripresa dei casi di infezione da HIV (Aids).Eppure, di tutto questo, della “migrazione di malattie”, si parla in continuazione nei rapporti della agenzia europea per la prevenzione delle malattie. Ci si aspettava si parlasse di ciò non per creare allarme, fare polemica o cercare di difendere scelte di governo, ma solo perché un Ministro ha il dovere di dare istruzioni sempre più aggiornate e dettagliate sulla diffusione, prevenzione e la cura di queste malattie; sappiamo che Tbc ed Hiv sono i due principali problemi che vengono dalla popolazione migrante, e, non si conoscono dati certi. 

"Infine, tutti speravano in “interventi scossa” da parte dei Sindaci del territorio e dei rappresentanti della “politica. Nulla di tutto ciò, solo saluti e convenevoli come se tutto andasse a gonfie vele. Eppure Sindaci, politici ed amministratori sono i primi a farsi curare fuori. Una cosa che è saltata alla attenzione di tutti, la assenza del personale medico e paramedico, del Sindaco della città di Corigliano, delle Istituzioni Regionali, di manager ed amministratori."

"Il Ministro da parte sua si è speso in una Magistrale lezione di Marketing politico-sanitario, lasciando perplessi tutti. Secondo il Ministro Lorenzin i suoi interlocutori sono solo i Governatori delle Regioni! Ci chiediamo allora se è il caso di commissariare la “Sanità” o se, visto che trattasi della Salute della gente, e considerato i sette anni di commissariamento in cui ci ritroviamo, non fosse opportuno commissariare la Regione!!!Dice il ministro che è propensa ai commissariamenti delle “Aziende Sanitarie” … Perché allora in questi anni non si è adoperata a solcare i territori ed agire in tal senso? Abbiamo avuto la prova che Il Ministro non conosca, ma addirittura non riesca nemmeno ad immaginare quale sia il disastro della sanità Calabrese. Dicevano i Latini …… “Niente è più facile che parlare“

Redazione

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione