Menu

Il senatore Antonio Gentile orientato verso il Pd, pian piano potrebbe anche prendere il via l'opa di conquista del partito renziano

Antonio Gentile Antonio Gentile

Il senatore Antonio Gentile, sottosegretario e vicecordinatore nazionale di Alternativa Popolare sembra prossimo a sciogliere ogni riserva approdando verse le spiagge del Pd renziano. L'accordo prevederebbe una alleanza di centristi con il Pd ma, soprattutto, anche la cessione nell'ambito dell'accordo di alcuni collegi uninominali. Il collegio più ambito è quello al Senato di Cosenza - Castrovillari dove quale candidato di coalizione (Pd ed alleati) potrebbe essere proprio Antonio Gentile.

Mentre per il collegio al Senato dell'area ionica si potrebbe cimentare l'ex consigliere regionale eletto nel 2014 in Forza Italia, Giuseppe Graziano, oggi alleato con il suo movimento ad Alternativa Popolare e vicino al senatore Gentile. Alla ricerca di collegi e posizioni utili anche gli altri parlamentari uscenti di Alternativa Popolare che seguiranno la scelta di Antonio Gentile.

Il riferimento è a Dorina Bianchi, deputata uscente e alla deputata Scopelliti, oltre ai senatori Aiello e D'ascola. Ma se tutto andrà come nelle previsioni di Antonio Gentile non è detto che da alleati del Pd non si possa approdare, in una fase successiva e come secondo tempo di un disegno e una strategia coplessiva, nel partito Renziano stesso.

Sembra essere fantapolitica ma se il senatore Gentile un giorno dovesse approdare realmente nel Pd, con la sua abilità politica e con il nulla che caratterizza il Pd, conquisterebbe l'intero partito in pochissimi mesi relegando il segretario regionale Ernesto Magorno, l'ex assessore regionale Nicola Adamo, il Governatore Mario Oliverio e compagni a ruoli, inizialmente, di piccoli comprimari per poi eliminarli definitivamente dalla scena politica per come insegna la lunghissima e quasi eterna storia politica della famiglia Gentile.

Basti solo citare, per comprendere la portata della forza politica della famiglia Gentile che l'on. Pino Gentile venne eletto la prima volta in consiglio comunale a Cosenza nel lontanissimo 1970 (sono trascorsi 47 anni, cioè quasi mezzo secolo) ed è alla Regione dal 1985 alla sua settima legislatura consecutiva, record nazionale, mentre Antonio Gentile nel 1979, sono trascorsi solo 38 anni, era segretario provinciale del Psi. Per Antonio Gentile, il fratello Pino e tutta la componente gentiliana sarebbe un gioco da ragazzi neutralizzare e dissolvere l'attuale quadro dirigente del Pd calabro.

Per la famiglia Gentile che ai tempi della Prima Repubblica riuscì a tener testa alla guerra con un gigante come lo era l'On. Giacomo Mancini, conquistare il Pd sarebbe solo una bella e semplicissima passeggiata. E certamente nessuno rimpiangerebbe coloro i quali oggi costituiscono il quadro dirigente del Pd renziano calabro.

Redazione

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione