Menu

Calabria, sciolti per mafia cinque consigli comunali, Lamezia terme, Cassano allo Ionio, Isola Capo Rizzuto, Gioiosa Ionica e Petronà

Rosy Bindi Rosy Bindi

Confermando le attese e per come aveva già annunciato la Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, On. Rosy Bindi, sono stati sciolti ben cinque consigli comunali. Tutti calabresi. Ma il comune più importante è senz'altro quello di Lamezia Terme. L'iter avviato con la richiesta della commissione d'accesso antimafia si è quindi concluso. Il tutto è partito dall'operazione  "Crisalide", condotta dai carabinieri con la regia della Dda di Catanzaro contro la cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri con decine di arresti.

Nell'inchiesta sono stati indagati il vicepresidente del Consiglio comunale, Giuseppe Paladino che si è dimesso e Pasqualino Ruberto, candidato a sindaco nel 2015 e sospeso dalla carica di consigliere comunale dal Prefetto di Catanzaro in seguito al suo coinvolgimento nell'operazione "Robin Hood", condotta sempre dalla Dda di Catanzaro. Sono stati sciolti su decreto del Ministro degli Interni anche i consigli comunali di Cassano allo Ionio (in provincia di Cosenza), Marina di Gioiosa Jonica (Reggio), Isola Capo Rizzuto (Crotone) e Petronà (Catanzaro).

Forte amarezza da parte del sindaco uscente di Lamezia, Paolo Mascaro. "E' stata scritta una pagina buia - ha affermato l'ex sindaco - per lo Stato di diritto. Ma non ha perso Mascaro, ha perso il concetto etico dello Stato. Si sa già che il mio territorio nei prossimi giorni verrà massacrato. C'è stato il rifiuto di confrontarsi con il sindaco, quindi sicuramente alla base dello scioglimento ci sono altre motivazioni. Lamezia subisce un abuso pesantissimo che non meritava alla luce degli atti prodotti dalla mia amministrazione".

Redazione

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione