Menu

Unioncamere, presentato rapporto legalità. Il 36,6% frodi e delitti informatici, 36,4 estorsioni e usura

Unioncamere, presentato rapporto legalità. Il 36,6% frodi e delitti informatici, 36,4 estorsioni e usura

Il 36,6% dei reati di matrice economica ufficialmente denunciati in Calabria afferisce alla tipologia delle frodi e dei delitti informatici, un ulteriore 36,4% origina dalla presenza di forme spia della criminalità organizzata come minacce, estorsioni e usura; seguono, poi, i furti in esercizi commerciali che si attestano al 12,6% dei reati economici ed i reati di ricettazione che costituiscono il 6%. Lo rivela un rapporto presentato da Unioncamere a Lamezia nel Forum regionale dell'economia 2016 su "Illegalità economica e sicurezza del mercato in Calabria".

Altro è quello della corruzione le cui conseguenze "sono disastrose e vanno ben al di là di ciò che generalmente si considera il danno provocato". Inoltre viene fatto rilevare che "secondo i dati della Ragioneria di Stato sulla 'spesa statale regionalizzata' del 2014, la spesa per abitante in Calabria ammonta a 4.143 euro superiore alla media nazionale di 531 euro, ma il dato peggiora se si confronta con il Pil della regione".

 

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione