Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Politica

Il vicesegretario regionale della Lega per Salvini, nonché segretario provinciale di Cosenza Bernardo Spadafora comunica, che dando seguito ai buoni propositi, il ministro degli interni Matteo Salvini, su istanza del deputato calabrese della Lega On.le Domenico Furgiuele, sollecitato a sua volta dai dirigenti locali delle realtà interessate, ha bloccato la realizzazione dei due hot spot previsti in Calabria, a Corigliano e a Crotone. "La Lega Calabria a nome dell’On.le Furgiuele esprime forte soddisfazione - afferma Bernardo Spadafora - per la celerità con cui il ministro Salvini è intervenuto in tal senso su nostra sollecitazione.

"Il preconsiglio dei ministri è oggi. Ma anche il consiglio dei ministri è stasera perché non c'è solo il decreto dignità da discutere, ma anche altri temi". Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio in conferenza stampa anticipando che il decreto conterrà "interventi sul contratto a tempo determinato e a tutele crescenti". Di Maio rispondendo alle domande dei giornalisti sulla convocazione del Cdm ha detto che avrebbe chiamato immediatamente palazzo Chigi per avere ulteriore conferma.

"La Lega si è ritrovata a Pontida per un momento di incontro e di confronto, che quest’anno ha avuto un sapore del tutto particolare. Torniamo a riunirci con la consapevolezza di aver ricevuto tanta fiducia e con l’obbligo morale e politico che ne consegue di doverla tradurre in fatti per il bene di Tutto il Paese. Pontida rappresenta una nuova imperdibile occasione per dimostrare che la responsabilità di governo è il collante che ci unisce, ci Lega, appunto, da nord a sud."

"Non vedranno più l'Italia se non in cartolina". Matteo Salvini continua la crociata contro le Ong nel Mediterraneo annunciando che le navi umanitarie non solo non potranno utilizzare i porti italiani per sbarcare i migranti salvati al largo della Libia ma l'ingresso sarà loro vietato anche solo per i rifornimenti. Dunque niente più approdo a Catania, Augusta o Pozzallo per caricare cibo, acqua e gasolio.

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« July 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco