Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Se negli anni cinquanta e sessanta si emigrava al Nord con la valigia di cartone oggi lo si fa con una laurea in tasca. Dal 2000 sono stati almeno 200mila i giovani laureati che hanno lasciato il Meridione per trovare casa e lavoro da Roma in su. Un brain drain per il Sud (e brain gain per il Nord) con un costo non indifferente: 30 miliardi. A stimare la perdita netta degli investimenti in istruzione delle Regioni meridionali è uno studio contenuto nel numero monografico della Rivista economica del Mezzogiorno diretta da Riccardo Padovani ed edita dalla Svimez che sarà pubblicato il 22 febbraio dedicato proprio alla «questione» dell’università nel Mezzogiorno.

Negli ultimi tempi le aggressioni ai docenti non si contano più. Vivere nelle classi è come entrare nell'inferno. La violenza, la maleducazione, la spavalderia, l'assoluta mancanza di qualsiasi valore e i modelli violenti che la società impone attraverso gli strumenti digitali, attraverso la mitizzazione del più forte ha prodotto, soprattutto fra le nuove generazioni, effetti devastanti. La crisi delle famiglie, l'incapacità di creare nelle famiglie luoghi per impartire regole di buona educazione e soprattutto l'essere sempre permissivi ed aver abituato i giovani ad avere tutto senza alcuna distinzione fra diritti e doveri ha generato comportamenti che tendono alla violenza e alla sopraffazione.

Da nord a sud dello stivale oltre 9000 studenti alle prese con calcoli matematici e analitici. 142 gli istituti italiani coinvolti in questa diciassettesima edizione del Gran Premio di Matematica Applicata. Il concorso educativo, organizzato dal Forum ANIA- Consumatori- in collaborazione con la Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Attuari, ha interessato diciotto regioni Italiane e questa edizione annovera un istituto calabrese tra i finalisti del concorso.

Si incontreranno tra il 5 ed il 9 febbraio le varie delegazioni dell’Erasmus Plus Creative Teachers And Students coordinato dal Liceo Classico 'Telesio' di Cosenza per discutere del progetto in corso. La professoressa Catia Mele, Erasmus Plus Coordinator, ha dichiarato: "Il Liceo 'Telesio' ospiterà 20 tra professori e presidi di licei provenienti dalla Grecia, dalla Lituania e dalla Turchia, che avranno modo di confrontarsi con il nostro sistema scolastico e di continuare il lavoro di scambio di buone pratiche."

« February 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        

Archivio Articoli