Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Arte e Cultura

Al suo terzo anno consecutivo, il concorso di bellezza “For Lady over 33”, promosso dalla Red Fin Eventi e patrocinato dal Comune di Cosenza, celebrerà l'atto conclusivo della sua edizione 2017 nella Sala “Quintieri” del Teatro “Rendano” il prossimo 5 maggio, data della finale della manifestazione riservata alle donne over 33.
Il concorso, nato da un'idea del patròn Ermanno Reda, si ispira ad un format già consolidato in altre parti d'Italia ed adottato a Cosenza dal 2014.

Ci ha lasciato Luigi Pellegrini, uno dei padri dell’editoria calabrese. Si è spento nella sua casa di Cosenza all’età di 94 anni dopo aver speso una vita al servizio della cultura. Originario di Cleto, nel 1952 fondò nel piccolo borgo della valle del Savuto, affacciato sul Tirreno cosentino, il periodico Il Letterato, primo prodotto editoriale di una fortunata carriera. Quella pubblicazione fu una palestra per l’esercizio del libero pensiero in grado di attrarre in breve tempo intellettuali e menti illuminate.

Venerdì, 20 Aprile 2018 08:16

Proposte per un sovranismo comunitarista

Il comunitarismo è una corrente filosofico-politica che ritiene che l’individualismo sia un fenomeno regressivo, piuttosto che emancipatorio. Spesso associato alla galassia dei Communitarians nord-americani, la riflessione antropologica sulla natura dell’essere umano radicato in una comunità ha origini antiche, che vengono dal mondo premoderno, in particolare dalla filosofia greca e dalla teologia cristiana. Presente nella riflessione sociologica e antropologica anche nell’età moderna, in vari filoni di culture socialiste, marxiste, cristiane , destro-radicali, arriva al XXI secolo in particolare con le opere del sociologo milanese Fabrizio Fratus, leader e animatore del think thank Il Talebano.

Sono trascorsi ben 38 anni da quando chiuse una delle più belle pagine del giornalismo calabrese. il "Giornale di Calabria" stampato a Piano Lago e voluto fortissimamente dall'allora leader socialista e grande meridionalista Giacomo Mancini. Correva l'8 luglio 1980 ed usciva nelle edicole l'ultimo numero di un quotidiano esaltante, di una scuola del giornalismo che coinvolse grandi nomi del giornalismo italiano come Paolo Guzzanti, Piero Ardenti, Francesco Faranda e tanti, tanti altri. “Sto venendo a consegnarvi le lettere di licenziamento". Era il pomeriggio di un torrido sabato di inizio luglio del 1980, quando - scrive il giornalista Domenico Logozzo su Itacatabloid.it - rimasi gelato dalla “doccia fredda” della telefonata del commercialista Di Donna, Amministratore della GISI srl, editrice del Giornale di Calabria.

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« April 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

Archivio Articoli