Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Arte e Cultura

Giornalista dalla schiena dritta, ma anche scrittore, drammaturgo, sceneggiatore per il cinema. Non si è mai spenta la voce di Pippo Fava a trent'anni dal suo barbaro omicidio, freddato con cinque colpi di pistola alla nuca di origine mafiosa. Ora la sua storia, le sue battaglie, ma anche il suo rapporto con i giovani cui ha insegnato tanto, rivivono nel film tv 'Prima che la notte' che Rai 1 manda in onda domani. mercoledì 23 maggio in prima serata.

Venerdì 25 maggio, presso la libreria Ubik di Cosenza, si presenta dalle ore 18 il volume "Il Diritto e il Corano. Brevi riflessioni a partire dalle letture" dello studioso e ricercatore cosentino Domenico Bilotti, docente di "Diritto pubblico e religioni" presso l'Università Magna Graecia di Catanzaro. La presentazione dell'opera costituisce la prima e unica iniziativa al riguardo prevista in città, dopo una lunga serie di incontri che ha portato Bilotti a discutere del libro in prestigiosi atenei internazionali come Bucarest e New York.

Mario Greco è nato nel 1954 a Castagna di Carlopoli, un centro della Sila piccola catanzarese. Nei primi anni ’70 studia a Catanzaro e in quel periodo scopre la magia della fotografia; da una particolare scatoletta si riusciva a raccontare il mondo, innanzitutto il suo, fatto di uomini e donne che a malapena tiravano la giornata. Mario in quegli anni ha archiviato nella sua mente e nel suo cuore, immagini, situazioni e suoni. Ma un ragazzo di 20 anni ha bisogno anche di evadere dal suo paese; l’occasione è la frequenza di un corso di fotografia a Torino.

È una carriera cinematografica con una parabola ascendente quella dell’attrice rossanese Denise Sapia che grazie alla sua abnegazione, al lavoro e alla tenacia continua ad impressionare il mondo del cinema. Anche in “Arbëria”, il suo prossimo impegno per il quale la produzione Open Fields Productions e la regista Francesca Olivieri, hanno voluto fortemente un ruolo di primo piano per la giovanissima interprete, reduce dal successo di “Un difficile Perdono”: web-thriller in cui è stata protagonista. Tante le parole di elogio per la piccola Denise che la produzione di Arbëria - nuovo film incentrato sulla cultura e le tradizioni dei popoli italo-albanesi e realizzato con la preziosa e qualificata partnership di Lucana Film Commission, Calabria Film Commission, Mibact e Siae - ha evidenziato tra le righe del comunicato stampa di presentazione del casting.

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

La Calabria vista da... Mario Greco

« May 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Archivio Articoli