Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Cosenza

Quando un edificio scompare dalla mappa mentale e fisica della tua città resta un ricordo, una memoria, una Storia. Plaudo al coraggio e all’impegno di chi ha avuto la forza e la determinazione di abbattere l’ex Hotel Jolly di Cosenza, tipico edificio del Boom costruito nel contesto caratteristico del centro storico in un’epoca che lo storico era considerato vecchio. Un’urbanistica “sviluppista” all’epoca non si pose mai alcun problema ma salutò l’opera come un progresso. Il gusto estetico odierno rubrica a ecomostro il palazzone diventato poi sede dell’Aterp (mi sembra non ci sia grande memoria popolare di quella destinazione d’uso credo perdente a fronte di un Hotel blasonato) e in questo si denota una buona novità del nostro Tempo.

"Da quasi un mese senz’acqua, i cittadini della città di Cosenza, esasperati, ora insorgono." E a rappresentare i disagi degli abitanti c’è il Consigliere, Francesco Spadafora, che chiede al Sindaco, Mario Occhiuto, di sporgere regolare denuncia in Procura affinché sia accertata la sussistenza del reato previsto dell’art. 331 del codice penale, ovvero “interruzione di pubblico servizio o di pubblica necessità”, nonché i responsabili dell’inspiegabile crisi idrica venutasi a creare."

Ancora una volta il Sindaco Mario Occhiuto calpesta i diritti dei cittadini di Cosenza. 3500 cittadini, hanno chiesto di discutere della questione sulla metropolitana leggera Cosenza-Rende firmando una petizione che è stata recapitata nelle mani del Sindaco. Il primo Cittadino ha preferito, ancora una volta, non discutere in Consiglio Comunale, così come richiesto, l’argomento della metropolitana e non validare la petizione.

"Cosenza è decisamente una città di contrasti. Ad evidenziarlo vi sono molteplici aspetti, non solo di carattere architettonico-urbanistico, ma anche per ciò che attiene i servizi. Il trattamento riservato alle periferie, sotto tutti i punti di vista, è decisamente pietoso rispetto al lusso ed alla pomposità del salotto buono che va da piazza Bilotti e si estende per tutto Corso Mazzini. Ma in una cosa periferie e centro non si differenziano, nei cumuli di rifiuti ai lati dei portoni dei nostri palazzi fin dalle prime ore serali. Perché signori questa è la differenziata a Cosenza."

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« November 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco