Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Calabresi nel Mondo

Salvatore Puntillo è nato a Rende (Cs), nel 1935. Nel lontano 1966 partecipa come attore al suo primo film. Seguiranno partecipazioni in film importanti come "Profondo Rosso" di Dario Argento e "Corleone" di Pasquale Squitieri, solo per citarne alcuni. Salvatore Puntillo ha lavorato con i più grandi registi italiani. Grande la sua passione anche per il Teatro, essendo un attore versatile e di grandi capacità. Portamento signorile, aria severa, si distingue soprattutto quando è alle prese con ruoli drammatici, nonostante frequenti – nei primi anni Settanta – anche il genere boccaccesco e in seguito la commedia erotica. Con buoni esiti appare sul piccolo schermo come interprete di alcuni film. Fra questi ultimi si ricordano "Il mistero delle tre orchidee" di M. Ferrero (1974), "Signora Ava" di A. Calenda (1975), "Sono già stato qui" (della serie "Il filo del labirinto") di N. Fabbri (1979).

Dal sito personale di Rocco Granata pubblichiamo la biografia di un calabrese che ha sfondato e che ha raggiunto meritatamente il successo e la notorietà. Dal sito di Rocco Granata: "La vita mi è stata generosa. Anche se la mia famiglia è dovuta emigrare verso il Belgio nei miei primi dieci anni di vita. Era il 1949 quando sono partito da Figline Vegliaturo, un paesino delle provincia di Cosenza, con poco più di mille abitanti. Il paese dove passavo i pomeriggi a giocare nei cortili, il paese dove quando guardavo il cielo il colore che era lʼazzurro, il paese dove il sole dʼestate incandescente baciava gli oliveti. Con tutte le insidie che a quei tempi un emigrante poteva incontrare.

Fra i grandi nomi del firmamento dello spettacolo degli Stati Uniti sono in molti coloro i quali, nonostante i cognomi americani, possono vantare origini italiane ed in particolar modo calabresi. Ed infatti, Little Steven, vanta la mamma, Mary Lento, di origini calabresi, esattamente di Lamezia Terme. Una similitudine che lo accomuna a Steven Segal, il famoso attore di film d'azione, la cui mamma è originaria di San Giovanni in Fiore. Little Steven, nato nel 1950, ha suonato la chitarra e il mandolino nella E Street Band, la band di Bruce Springsteen.

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« July 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco