Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Politica

La manifestazione di Matteo Salvini e della Lega a Piazza del Popolo dove hanno partecipato con grande entusiasmo centinaia e centinaia di calabresi ha sdoganato definitivamente la nuova Lega che chiude per sempre con il passato. Si apre al blu sovranista e si promette grande attenzione per le regioni del Sud e divengono incomprensibili le posizioni di quei meridionali che contro la Lega per partito preso e per una forma di razzismo al contrario ancora ricordano un passato oramai superato nel quale la Lega da Lega Nord era contro il Sud.

Sono arrivati alla manifestazione di Piazza del Popolo dopo oltre otto ore di viaggio notturno. I sostenitori calabresi del partito di Salvini non mancano certo di entusiasmo e non si sono tirati indietro all’idea di partecipare al corteo organizzato per oggi, sabato 8 dicembre, a Roma. Portano fazzoletti celesti al collo, con la scritta Lega Calabria e lo stemma della regione, e scandiscono a più riprese il grido "Calabria, Calabria".

"Credo che saremo almeno in centomila", con queste parole Matteo Salvini ha delineato l'incredibile entusiasmo con il quale il popolo della Lega parteciperà alla manifestazione nazionale di Piazza del Popolo in programma per l'8 dicembre. Una dimostrazione di come la Lega sia oramai non solo nei sondaggi ma nei fatti il primo partito d'Italia, superando il Movimento 5 Stelle e divenendo il perno principale del centrodestra. Centinaia di pullman da tutta Italia, due treni speciali e migliaia di altri militanti e simpatizzanti che giungeranno a Roma con i loro mezzi. Anche in Calabria l'entusiasmo si tocca con mano per come conferma il segretario regionale e deputato della Lega, Domenico Furgiuele "grande entusiasmo dei militanti e di fiducia nel governo".

E' boom di adesioni e richiesta di costituzione dei circoli di “Alternativa Sociale italiana” in Calabria e Sicilia, ad affermarlo è il responsabile del settore giovanile e membro della Consulta giovanile Comunale Giuseppe Gaeta, nonché cofondatore dell’associazione: “il progetto associativo è finalmente partito con un grande entusiasmo riscontrato. Inizialmente abbiamo cercato di intercettare il malcontento dei giovani e della loro lontananza dalla politica ma lo abbiamo fatto partendo dal basso e rispettando e valorizzando i territori, stiamo creando una rete capillare che è già ben strutturata nelle province calabresi di Cosenza, dove cogliamo l’occasione di fare i complimenti alla neo presidente del circolo di Acri Cinzia Palumbo e a tutto il suo gruppo e stiamo lavorando su Vibo Valentia oltrepassando lo stretto di Messina fino a Catania."

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco