Menu

"Cantiere Calabria", sfilata di Big all'Unical 

I professionisti della politica bravissimi nel dipingere scenari inesistenti e lontani dalla realtà possono gioire per l'organizzazione della tre giorni del "Cantiere Calabria, che il Pd calabrese ha promosso copiando in tutto e per tutto la Leopolda renziana. Peccato che i dati, quelli seri e veritieri, confermino come in Calabria vi sia il tasso di occupazione più basso di tutta Europa con 39 lavoratori su 100 compresi fra i 20 ed i 64 anni. Dato scaturito dalla relazione annuale dell'Eurostat. E peccato che la kermesse si svolga all'Unical divenuta oramai una grande agenzia dell'emigrazione considerando che i laureati dell'Unical hanno una sola speranza per poter lavorare dopo il conseguimento della laurea.

Read more...

31 luglio del 2011 - 31 luglio 2017: sesto anniversario de "La Voce Cosentina.it"

Il 31 luglio del 2011 iniziava l'avventura editoriale de "La Voce Cosentina.it". Sono trascorsi sei anni da allora e l'impegno continua fra mille sacrifici ma con lo stesso entusiasmo e l'identica determinazione di allora. Sono trascorsi sei anni che nel mondo dell'editoria on line non sono pochi. Un grazie di cuore ai nostri lettori, ai collaboratori e a tutti coloro i quali hanno creduto e credono nel progetto. E nel sesto compleanno riportiamo l'articolo di presentazione del 31 luglio 2011 con la speranza che si possa continuare ad essere presenti per tanti altri anni...

Read more...

Calabria, terra di migranti e di emigrati

Negli ultimi tempi in Calabria si caratterizza sempre più un fenomeno del tutto particolare che nel tempo potrebbe cambiare la struttura stessa della regione. Soprattutto dal punto di vista demografico. La Calabria è divenuta, contemporaneamente, sempre più una terra di approdo dei migranti e sempre più, contemporaneamente, una terra di emigranti. Può in prima analisi apparire una forte contraddizione invece i numeri, che non possono essere contestati in quanto tali, lo dimostrano chiaramente. Negli ultimi mesi si susseguono sbarchi su sbarchi, soprattutto di giovani africani, provenienti dalla rotta libica che attraversano il Mediterraneo e approdano nei porti calabresi e, fra questi, sempre crescente il numero dei minori non accompagnati. Nella sola Corigliano oltre 3.000 i migranti sbarcati negli ultimi mesi con oltre 500 minori non accompagnati.

Read more...

Il pentitismo cosentino, fra passato e presente

Fra la sterminata bibliografia relativa al fenomeno del pentitismo vi è un testo degno di nota sia per il rigore professionale con cui è stato elaborato e sia per il fatto che lo stesso è il frutto di una ricerca e di uno studio durato ben sei anni. Si tratta del volume edito dal “Gruppo Abele” dal titolo “Dalla Mafia allo Stato. I pentiti: analisi e storie” edito nel 2005. Il testo che delinea l'accurata ricerca sul fenomeno del pentitismo è stato curato dai giornalisti Giovanna Montanaro e Francesco Silvestri. La Prefazione è stata curata da Gian Carlo Caselli. Il testo contiene anche delle interviste ( per la precisione diciotto) rilasciate da pentiti di “calibro” delle quattro organizzazioni criminali operanti in Italia, la 'ndrangheta, la mafia, la camorra e la sacra corona unita. Fra questi Gaspare Mutolo. Giuseppe Marchese, Carmine Schiavone, Umberto Immaturo, Giacomo Lauro e Franco Pino solo per citarne alcuni. E nell'ambito di tale lavoro venivano posti interrogativi che, oggi a distanza di ben dodici anni, sono ancora più attuali di allora. “Chi sono i collaboratori di giustizia?”, “Quanti sono?”, Come vivono oggi?”, “Perché hanno fatto tale scelta?”, “Come vivono da protetti?” “Come vivono quando escono definitivamente dal programma di protezione?”.

Read more...

Il dramma dei Migranti e la Calabria

Non vi è alcun dubbio che la Calabria sia stata e sia ancora oggi una terra di emigranti. Basti pensare che negli ultimi dieci anni la popolazione calabrese è diminuita di ben 300.000 unità e che inesorabilmente il processo di spopolamento avanza considerando che sempre più giovani scolarizzati preferiscono andarsene altrove per coronare le loro giuste aspirazioni per trovare un lavoro che in Calabria non esiste più. Come non vi è alcun dubbio che le nuove povertà stiano avanzando con grande velocità. Una terra di 1.850.000 abitanti con 850.000 pensionati e l'età media più alta d'Europa, Ben 56 anni. In un simile contesto negli ultimi tempi si registra anche un fenomeno diametralmente opposto che non porta con se non poche problematiche.

Read more...

Il Movimento 5 Stelle verso la vittoria, per demerito degli altri

Chi l'avrebbe mai detto. Quando Beppe Grillo iniziò la sua avventura politica in molti non gli diedero alcun peso. Soprattutto i grandi soloni professionisti delle politica ed autoreferenziali che si credevano e si credono ancora i padroni del mondo. Invece il Movimento 5 Stelle non solo è, oggi, molto probabilmente il primo partito in Italia, essendo su questo, tutti i sondaggi concordi, ma lo stesso partito ha acquisito credibilità ed autorevolezza nei confronti di quella sovrastrutture e associazioni che solitamente riescono a vedere un po più lontano e che sembrano essersi convinte che il futuro in Italia potrebbe realmente essere targato 5 Stelle.

Read more...

Cosenza, la Città Oscura, una spirale di degrado sociale e culturale inarrestabile

Nel lontanissimo 1980 presso l'Università della Calabria venne costituito su iniziativa del Professor Pino Arlacchi che insegnava analisi delle classi sociali nella facoltà di Scienze Economiche e Sociali il "Centro di ricerca e documentazione sul fenomeno mafioso". Nel 1982 a cura dell'amministrazione provinciale di Cosenza guidata dall'avvocato Francesco Fiorino venne pubblicata una ricerca molto interessante e certamente avveniristica per quei tempi dal titolo "Criminalità a Cosenza e in Provincia". Nell'ambito della pubblicazione nel capitolo "gangsters ed èlite politica" si legge: "La crescita della criminalità organizzata sta accelerando il processo di circolazione delle elites di governo.

Read more...

La Primavera di Napoli, a quando quella calabrese?

Scampia, un grande quartiere di case popolari nella periferia napoletana con circa 80.000 abitanti è divenuto il simbolo della Camorra, le Vele di Scampia sono famose in tutto il mondo anche perché location della fiction "Gomorra" tratta dall'omonimo libro di Roberto Saviano. La fiction più seguita di tutti i tempi e tradotta in dodici lingue. Ebbene la Scampia di Gomorra non esiste più. Esiste, invece, una Scampia dove tanti giovani e tanti cittadini sono impegnati in una forte azione di risanamento. La Scampia di Gomorra era quella di 25 piazze di spaccio con file lunghissime di giovani tossici.

Read more...

L'arroganza al potere segna una clamorosa sconfitta

Il populismo, termine tanto dileggiato dai radical chic salottieri della sinistra renziana, è probabilmente la filosofia vincente che ha portato il no a stravincere nel referendum. Sconfitta che ha portato alle dimissioni di Matteo Renzi e che ha aperto una nuova fase delle politica italiana. Una nuova legge elettorale, un governo di transizione ed il voto nella primavere del 2017. Questi i passaggi fondamentali per segnare una nuova fase. Quella del post renzismo. Ma un passaggio necessario rispetto a tale analisi sul piano nazionale non può prescindere da uno sguardo sulla nostra regione, la Calabria.

Read more...

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione