Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Giovedì, 19 Aprile 2018 07:23

Inchiesta Calabria Verde, i Cinque Stelle chiedono al Governatore Oliverio di rimuovere Gaetano Pignanelli, capo gabinetto, coinvolto nell'indagine

Rate this item
(0 votes)

I parlamentari calabresi del Movimento 5 Stelle intervengono sulla vicenda "Calabria Verde". Inchiesta nella quale è stato rinviato a giudizio anche Gaetano Pignanelli, capo gabinetto del Governatore Mario Oliverio. I parlamentari del Movimento 5 Stelle, pur ribadendo che sino alla conclusione del procedimento giudiziario prevale il diritto all'innocenza ritengono, comunque, che "Il rinvio a giudizio di Gaetano Pignanelli impone al governatore Mario Oliverio di rimuovere il dirigente dall’incarico apicale, essendo inopportuno consentirgli, come nulla fosse, di mantenere quella poltrona di potere. Indipendentemente dall’esito del processo, è evidente che Pignanelli, imputato per truffa, non può restare al suo posto."

"Le accuse sul suo conto sono gravissime. Per i magistrati l’eterno braccio destro del governatore, già al vertice dell’ufficio legale della Provincia di Cosenza negli anni in cui l’ente era presieduto da Oliverio, avrebbe esercitato pressioni volte a favorire il rilascio della concessione per tagli boschivi a un imprenditore, pare suo compare d’anello, prima che questi depositasse l’apposita istanza. Inoltre, il capo di gabinetto avrebbe poi intimato di revocare provvedimenti di sospensione dell’attività di taglio adottati nei confronti del suo amico, come lui di San Giovanni in Fiore, di cui è pure originario il presidente della Regione."

"Il quadro accusatorio fa ipotizzare una gestione regionale delle procedure pubbliche basata su rapporti personali all’interno di una cerchia di compaesani del governatore, che, peraltro, ha piazzato in uffici chiave della Regione, come risaputo, diverse persone a lui vicine provenienti da San Giovanni in Fiore. Adesso Oliverio sia risoluto: sostituisca Pignanelli, perché è inconcepibile che questi possa ancora svolgere un ruolo pubblico cruciale, per cui è indispensabile la garanzia d’imparzialità assoluta”.


Redazione

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« October 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco