Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Sabato, 14 Aprile 2018 06:21

Le cause dello stallo politico

Rate this item
(0 votes)
Silvio Berlusconi e Matteo Salvini Silvio Berlusconi e Matteo Salvini

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la nota che ci ha inviato Giovanni Verrecchia. "È passato più di un mese dalle elezioni, e ancora la classe politica non trova il modo per dare un governo al paese. Sicuramente molte responsabilità di questa fase di stallo vanno attribuite ad una legge elettorale cervellotica, creata ad hoc per generare confusione. Ma non basta la legge elettorale a creare stallo, ma ci si mettono anche i politici, nuovi e vecchi, che, per egoismo personale, impongono di avere l’ultima parola su tutto. Prima della attuale legge elettorale, si criticava aspramente il Porcellum, e qualsiasi altra legge che era confacente ai voleri del partito del momento. E cosi il PD ha messo in campo il Rosatellum."

"Una legge elettorale che neanche in una tribù dove il quoziente intellettivo dei suoi appartenenti risulta inferiore allo 0% sarebbe stata accettata. Ma qui abbiamo dei partiti che studiano come garantirsi le poltrone, salvo poi scoprire che il popolo elettore è più intelligente di quello che loro suppongono. Infatti, proprio la legge elettorale è una delle cause che ha permesso agli elettori di infliggere al partito che più di ogni altro l’ha voluta, una sonora sconfitta. Dalle urne sono usciti dei vincenti e degli sconfitti. Purtroppo, nessuno dei vincitori ha raggiunto il 40% per poter governare in autonomia, e quindi si è creata una situazione kafkiana. Per il bene del paese, tra gli sconfitti c’è il PD, che con tutti i danni che causato al popolo negli ultimi sei/sette anni, sperava ancora di vincere."

"Tra i vincitori ci sono i grillini con il 32% dei consensi, ottenuti grazie a mirabolanti promesse, prontamente rimangiate, e la coalizione di centro destra con il 37% dei consensi elettorali. Chiunque, anche il più ignorante in matematica, capisce che 37 risulta essere maggiore di 32! Tranne che per i grillini! Gli eredi di Grillo e Casaleggio si ostinano a imporre veti e condizioni, nonostante il consenso da loro raccolto, sia inferiore di oltre cinque punti al risultato ottenuto dalla coalizione di centro destra! Colui che appare come il pastore dei 5 stelle, tale Di Maio, si ostina a imporre la sua presenza a palazzo Chigi, ponendo veti su tutto e su tutti. Sarà colpa della sua scarsa preparazione scolastica, ma non riesce a cogliere il significato di coalizione e la differenza di valore tra due numeri! Ma se il problema fosse circoscritto solo a lui, sarebbe poco grave. Purtroppo, una gran parte della cupola dei cinque stelle è nella sua stessa condizione!"

"D’altro canto nel centro destra abbiamo una latra situazione non molto diversa. La coalizione che più di ogni altro ha ricevuto l’investitura per formare un nuovo governo, è quella di centro destra. La leadership di Matteo Salvini ha portato il centro destra a primeggiare, grazie a proposte che sono quelle che la pancia del popolo vuole sentire. Ma anche nel centro destra si sono create situazioni tali da impedire un sereno proseguimento dell’investitura ricevuta dal popolo. Se da una parte abbiamo il bambino terribile che continua a gridare che non vuole Berlusconi, dall’ altra parte abbiamo Berlusconi che continua a gridare che non vuole il bambino terribile! Come dargli torto? Ma Berlusconi farebbe bene a tenere a mente che non può fare sempre il bello e il cattivo tempo!"

"Lui, essendo interdetto dai pubblici uffici, non ha titolo per poter mettere veti e dinieghi! Anche se nel 2013 il comico genovese andò alle consultazioni, pur non avendone titolo e diritto, lui non dovrebbe abbassarsi al livello di un guitto di strada! Inoltre, va detto, con tutto il rispetto per la sua veneranda età, che Forza Italia, al pari del PD, ha avuto lo stesso trattamento da parte degli elettori. E a questo proposito Silvio dovrebbe interrogarsi sul perché il popolo di centro destra ha voluto punire Forza Italia. Il buon Silvio dovrebbe prendere atto che la coalizione di centro destra, ha fatto un balzo in avanti grazie alle proposte avanzate da Salvini. Ma torniamo per un attimo a Di Maio e ai suoi adepti."

"Dal 2013 i pentastellati non hanno perso una singola occasione per infangare e sputare veleno sul PD e su ogni avversario politico. Eppure, oggi ci manca poco che i grillini non vanno a lavare i piedi ai loro avversari! Dovevano aprire il parlamento come una scatola di sardine, a detta loro, e invece sono rimasti invischiati nella melma del sistema che dicevano di voler combattere! Addirittura il presidente della camera, terza carica dello stato, espressione dei grillini, tale Roberto Fico, stravolge ogni regola e regala la possibilità di formare un gruppo parlamentare ad una formazione politica che non ne ha i numeri: il partito di Grasso e Boldrini! Sarà per il suo passato di comunista della Napoli bene?"

"Un augurio e un invito vanno rivolti al presidente della repubblica. Un augurio di poter scegliere con serenità, senza subire le pressioni delle varie formazioni politiche smaniose di potere immeritato. E l’invito a tenere presente la volontà popolare, che ha dato a Matteo Salvini l’incarico di riparare a tutti i danni causati da 7/8 anni di governi indegni e contrari al popolo e al paese."

 

 

 

 

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« July 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco