Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Venerdì, 13 Aprile 2018 11:35

Rai Cinema, fra le nuove produzioni anche il film "Hammamet", del noto regista calabrese, Gianni Amelio, sulla storia dell'esilio tunisino di Bettino Craxi

Rate this item
(0 votes)
Bettino Craxi Bettino Craxi

L'amministratore delegato di Rai Cinema, Paolo Del Brocco, ha annunciato in una partecipata manifestazione tenuta a Roma, la rassegna delle nuove produzioni tracciando anche il bilancio finora molto positivo della più grande azienda produttrice cinematografica italiana. Tante le nuove produzioni annunciate e, fra queste, anche un nuovo film di Gianni Amelio, il noto e pluripremiato regista calabrese, dal titolo "Hammamet" e che racconterà gli anni dell'esilio in terra tunisina di Bettino Craxi che vi troverà la morte il 19 gennaio 2000 all'età di 65 anni dopo essere stato il protagonista indiscusso del decennio degli anni '80 in Italia.

Bettino Craxì decise di ritirarsi ad Hammamet per sfuggire alle condanne penali che lo raggiunsero nella fatidica epopea di Tangentopoli del '92 - '93 che segnò la fine della Prima Repubblica e l'avvento della Seconda. Dalle sponde tunisino Bettino Craxì non si stancò mai di ritenersi la vittima sacrificale di un sistema politico che dopo la fine della guerra fredda non aveva più alcun senso di esistere e di ripetere con interviste, libri e quant'altro di essere stato vittima di un complotto tendente ad eliminare un uomo di potere scomodo per le potenti lobby che volevano liquidarlo per far nascere nuovi equilibri di potere. Un film che certamente farà discutere su una figura politica che ha suscitato tanto amore e tanto odio.

Una figura politica da statista che si eleva anni luce rispetto alla mediocrità dell'oggi e che aveva saputo dare all'Italia anche un ruolo internazionale che non ha mai più avuto. Sarebbe ora che la memoria di Bettino Craxi venisse riabilitata e che la storia possa rendere il suo tributo ad un uomo che, con i suoi pregi ed i suoi difetti, ha comunque segnato il destino del Paese dell'epoca in cui rivestì con autorevolezza ruoli di Governo e per gli anni in cui ricoprì l'incarico di segretario nazionale del Psi dal 1976 al 1993.

Redazione

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« April 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

Archivio Articoli