Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Sabato, 31 Marzo 2018 08:40

Il Bel Paese, in oltre 500.000 i baby pensionati andati in pensione prima dei 50 anni, il record di una friulana andata in pensione a 29 anni

Rate this item
(0 votes)

L'Italia è il Paese dei paradossi, delle incongruenze, dei privilegi, delle assurdità e dei inviolabili diritti acquisiti, mentre non si tiene in alcun conto dei diritti di tutti e tanto meno della normale coerenza a principi generali che dovrebbero essere l'argine di tante assurdità.

A fronte del dramma delle nuove generazioni che non avranno mai un lavoro stabile, che dovranno vivere di precarietà e di stenti e che probabilmente non avranno una pensione o, al limite, una pensioncina da fame, in Italia vi è chi, sfruttando assurde leggi dei bei tempi della Prima Repubblica, gode della pensione sin da quando non aveva compiuto neanche i 50 anni, Si tratta dei baby pensionati che nel Bel Paese ammontano ad oltre 500.000 e che percepiscono da decenni una bella pensioncina del tutto simile allo stipendio che ricevevano quando erano al lavoro.n costo quello dei baby pensionati che vale lo 0,4% del Pil nazionale.

Ma il record del baby - pensionamento spetta ad una signora di Pozzuolo in Provincia di Udine nel ricco Friuli Venezia Giulia. La signora che difende strenuamente la sua privacy è andata in pensione quando aveva solo 29 anni. Età nella quale oggi si vive in famiglia con la paghetta dei genitori. Ex collaboratrice scolastica, dopo 14 anni e 6 mesi di contributi versati, è andata in pensione utilizzando una legge dello Stato, il decreto Rumor del 29 dicembre 1973 (presidenza Leone). Oggi la baby-pensionata friulana ha 64 anni, è nonna e prende ancora il 94% dello stipendio di quando ha lasciato il lavoro. Ha ricevuto fino ad ora più di 200mila euro.

La signora ha solo goduto di una legge assurda e che solo in un Paese come l'Italia poteva essere concepita. Purtroppo anche questo è la storia del nostro Paese, fatto di privilegi, di diritti negati e di leggi che calpestando ogni buona norma del diritto hanno generato ingiustizie su ingiustizie. Ma sono diritti acquisiti, e, quindi, inviolabili. Sempre e comunque solo in Italia.


Redazione

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« April 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

Archivio Articoli