Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Mercoledì, 07 Marzo 2018 09:03

Regione, il Governatore Oliverio, dopo la disfatta del Pd al 14,7% pensa ad un vero rimpasto della giunta

Rate this item
(0 votes)
Mario Oliverio Mario Oliverio

Nel 2019 si voterà per le regionali ed il Pd subirà anche alle regionali l'identico rollo subito nelle elezioni del 4 marzo dove il partito si è ridotto al 14,7%, la percentuale più bassa che la sinistra ricordi. Soprattutto se a candidarsi nuovamente da Governatore sarà lo stesso Oliverio fra i primi artefici del disastro elettorale. Ovviamente ora, finita la stagione improduttiva dei falsi annunci ai quali nessuno ha dato credito, il peggiore Governatore della storia del regionalismo calabrese dovrà, suo malgrado, avviare quella fase di ricostruzione della giunta regionale oramai ridotta ai minimi termini soprattutto dopo l'elezione a deputato del vicepresidente Viscomi che è uno dei soli tre eletti del Pd. Sono lontani i tempi del 2013 quando il Pd vantava ben 12 parlamentari a Roma.

Si spera anche che Oliverio possa ricordarsi che esistono anche le deleghe del turismo e dell'agricoltura che fanno parte delle centinaia e centinai di deleghe tenute dallo stesso Oliverio e mai curate in alcun modo, anche perché, almeno teoricamente, l'agricoltura ed il turismo in una regione come la Calabria dovrebbero essere i settori trainanti. Il condizionale è d'obbligo considerando la nullità ed il fallimento di questa legislatura regionale. Ma oramai, passate le elezioni, gli sguardi e le ambizioni si rivolgeranno tutte verso la Regione. Ha già dichiarato la propria disponibilità a candidarsi il Sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto e non sono in pochi coloro i quali, certi del crollo del Pd e speranzosi nella candidatura perdente di Mario Oliverio, già preparano le strategie opportune per ribaltare alla Regione l'attuale quadro politico con proposte di segno opposto.

Senza considerare che il popolo grillino che in Calabria ha conquistato 17 parlamentari su 30 potrebbe far scendere in campo Laura Ferrara, attuale europarlamentare, e giocare, anche sul piano regionale le sue carte in una stagione politica ben diversa di quella giocata da Mario Oliverio il 2014. Sarà interessante osservare che tipo di scelte effettuerà Mario Oliverio per il prossimo ed inevitabile rimpasto con la speranza che il cerchio magico che circonda ed imprigiona il Governatore non lo induca a scelte sbagliate per come è stato sinora. Intano la Calabria continua ad essere la terra più martoriata di un Mezzogiorno dimenticato da Dio e dagli uomini. Anche se Oliverio continuerà ad annunciare di tutto e di più soprattutto nella convinzione di volersi ricandidare, invece di andare in pensione dopo un quarantennio di vita politica intensa e piena di soddisfazioni.

Un curriculum politico, quello di Mario Oliverio, che nessuno può vantare in tutta la Calabria. A soli 27 anni, nel lontanissimo 1980, già consigliere regionale eletto nella lista del Pci nella sua san Giovanni in Fiore, un tempo la Stalingrado della Calabria, oggi terra di conquista dei 5 Stelle dove hanno ottenuto il 54% dei voti, poi a soli 32 anni, nel 1985 assessore regionale all'agricoltura, poi per ben quattro legislature deputato della Repubblica anche se in questo ruolo nessuno ricorda un suo intervento, poi Presidente della Provincia di Cosenza per due legislature ed oggi da tre anni Governatore. Quattro decenni da sempre eletto, l'unico e più grande professionista della politica di tutta la Calabria non avendo mai fatto null'altro per una intera vita. E non contento di tutto ciò ancora ambisce a ricandidarsi nel 2019 per altri 5 anni da Governatore in modo da raggiungere il record del mezzo secolo di attività politica ininterrotta. Un ottimo esempio di rinnovamento e di democrazia e , soprattutto, di volontà di dare spazio alle nuove generazioni.


Redazione

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco