Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Venerdì, 02 Marzo 2018 09:10

La criminalità organizzata e le infiltrazioni mafiose nel grande affare dei finanziamenti dell'Unione Europea

Rate this item
(0 votes)
Tommaso Buscetta al suo arrivo in Italia Tommaso Buscetta al suo arrivo in Italia

Da sempre e non solo in Calabria la 'ndrangheta ha sempre rivolto grande attenzione ai finanziamenti che copiosi arrivano in Calabria dalla Comunità Europea e che, in ultima analisi, non hanno mai raggiunto lo scopo per il quale sono stati costituiti. Far giungere le regioni finanziate allo stesso livello economico e sociale delle regioni più avanzate economicamente. In realtà i finanziamenti della Comunità europea sono finiti per essere in gran parte la cuccagna dei finanziamenti illeciti della politica ed oggetto di frodi e di truffe da parte della criminalità organizzata che li ha ottenuti con la complicità di una politica corrotta che sempre più legata e collusa con le organizzazioni criminali.

Un vero stillicidio che dovrebbe consigliare ai vertici della Comunità europea o di sospendere tali finanziamenti ed annullarli o di rivedere radicalmente la loro gestione ed organizzazione. Il dramma è che a gestire e mediare tali finanziamenti sono le Regioni e, quindi la classe politica meridionale, la più corrotta e la più collusa. Un dramma nel dramma. Da decenni la Comunità Europea sgancia denaro e finanziamenti ma gli indici economici continuano a peggiorare. Su tale argomento, ovviamente regna l'assoluto silenzio e l'omertà totale.

L'illecita distrazione dei fondi europei è l'ennesimo capitolo di una mafia imprenditrice che oramai in alcuni territori come la Calabria ha sostituito la parte sana dell'imprenditoria che oramai naviga a vista ed è ridotta ad essere una piccola percentuale dell'economia stessa e che in pochi anni sparirà completamente. sarà realizzato definitivamente, quindi, il disegno di egemonia della criminalità.

Accaparrarsi le leve del potere economico, legittimarsi nella società ed imporre le proprie leggi. Per come diceva Don Masino Buscetta, il pentito storico del maxiprocesso di Palermo, quando parlava con Giovanni Falcone, "solo quando la mafia comanderà tutto, dalla politica all'economia con il consenso della società ,allora la mafia potrà dire di aver vinto ed arriverà il giorno che tale disegno diverrà realtà". Don Masino Buscetta pronunciava tali parole nel 1985. aveva visto giusto. Le sue parole furono premonitrici. Ed oggi tale disegno è ad un passo dal suo definitivo compimento.


Redazione

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco