Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Martedì, 27 Febbraio 2018 08:55

Laura Donato: "Alimentazione, microbioma e benessere"

Rate this item
(0 votes)
Laura Donato Laura Donato

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un interessante articolo su un tema molto attuale scritto da Laura Donato, biologa e ricercatrice del Cnr. "Il nostro corpo ospita un numero straordinario di esseri viventi invisibili a occhio nudo (batteri, virus e funghi),con i quali interagisce, stabilendo rapporti che influenzano la qualità della nostra vita. Infatti, in alcuni casi la loro presenza è vantaggiosa e in altri casi può rivelarsi dannosa per il nostro corpo. Questi microscopici esseri viventi popolano la nostra pelle, il nostro apparato urinario, l’apparato respiratorio, ma soprattutto il nostro tubo digerente. L’insieme di questi microrganismi, del loro patrimonio genetico e delle sue interazioni con il nostro corpo è definito Microbioma Umano."

"Per ciò che concerne il nostro tubo digerente, essi rappresentano la cosiddetta flora intestinale,la quale ha una composizione dipendente dal tipo di parto e allattamento, dall’età, dal DNA (il nostro corredo genetico) dalle abitudini alimentarie altri fattori epigenetici. Il nostro tubo digerente ha la funzione di digerire gli alimenti che introduciamo con la dieta, assimilarne i principi nutritivi ed eliminare i residui digestivi tossici. Questi processi si svolgono in modo efficiente proprio grazie alla presenza dei batteri intestinali. Infatti, alcune delle numerose funzioni benefiche svolte dal nostro microbioma sono la promozione della peristalsi intestinale e della digestione (grazie alla produzione di enzimi),la sintesi di vitamina k (importante per la regolazione della coagulazione del sangue) e delle vitamine del gruppo B, l’aumento della biodisponibilità di alcuni principi nutritivi."

"Altre importantissime funzioni sono la regolazione dell’attività del sistema immunitario intestinale, il sostegno dell’attività antiinfiammatoria, l’attività di barriera, che evita l’entrata di tossine all’interno del nostro intestino. In altre parole, i nostri batteri sono gli operatori del termoconvertitore energetico rappresentato dal nostro intestino e la loro distribuzione cambia in funzione del tratto intestinale. Dal punto di vista fisiologico, alcuni importanti batteri sono i Bifidobatteri e i Lattobacilli, i quali svolgono un’azione altamente positiva per la nostra salute. Ricordiamo anche il conosciutissimo Escherichia Coliche, in normali condizioni, svolge una funzione attiva nella digestione degli zuccheri e nella sintesi della vitamina K, oltreché un’ azione proteolitica a livello del colon."

"Ad ogni modo, in caso d’ indebolimento del sistema immunitario (o, per esempio, in soggetti diabetici) esso può diventare dannoso per l’organismo, determinando l’insorgenza di patologie quali polmonite, meningite, infezioni del tratto urinario e addirittura la morte. Inoltre, alcuni ceppi producono tossine che possono causare diarrea, vomito, insufficienza renale, avvelenamento, infezioni urinarie. Un altro microrganismo di rilievo è la famosa candida (Candida Albicans), un fungo che si nutre delle sostanze organiche in decomposizione. Se presente in quantità eccessive può determinare infezioni (candidosi) che si manifestano con prurito anale, stipsi o diarrea, rallentamenti digestivi, gonfiore addominale, mal di testa, malassorbimento, ritenzione idrica, ecc. Quando i microrganismi del microbioma sono in equilibrio qualitativo e quantitativo si ha una condizione denominata EUBIOSI. La perdita di questo equilibrio è definita DISBIOSI. Alcuni dei fattori responsabili di disbiosi sono alimentazione scorretta, inquinanti (metalli pesanti, pesticidi, ecc.), uso eccessivo di farmaci e antibiotici, parassitosi, stress fisiologico ed emotivo."

"La diagnosi di uno stato di disbiosi può essere fatta con un semplice test di laboratorio, il “Disbiosi Test”, che consiste nel determinare la quantità di scatolo e indicano nelle urine. Queste sostanze sono prodotti secondari di un amminoacido assunto generalmente con la dieta (il triptofano), i quali, in condizioni normali sono presenti a bassissima concentrazione. Se nelle urine si riscontra un’ eccessiva quantità di indicano, si ha una disbiosi a carico dell’intestino tenue. In caso di eccessiva quantità di scatolo si parla invece di disbiosi a livello del colon. Un altro tipo di test che può essere fatto è la determinazione dei batteri nelle feci.Esistono anche altre vie d’ indagine diagnostica. Un metodo che può aiutare a valutare la permeabilità della barriera intestinale è rappresentato dalla determinazione di zonulina nel siero o nelle feci."

"La zonulina è una proteina coinvolta nella regolazione immunitaria ed è prodotta da una mucosa intestinale alterata. Maggiore è l’entità del danno, maggiore sarà la concentrazione di zonulina e, di conseguenza, l’aumento della permeabilità della barriera intestinale e l’entità del danno. Per esempio, livelli elevati di zonulina sono stati riscontrati in soggetti affetti da patologie autoimmuni, quali celiachia e artrite reumatoide. Le malattie associate a uno stato di disbiosi intestinale possono manifestarsi anche a distanza di anni, per il persistere di uno stato infiammatorio sottovalutato e/o non adeguatamente trattato.Tantissimi studi hanno evidenziato uno stretto rapporto tra l’alterazione della nostra flora intestinale e l’insorgenza di numerose malattie, tra cui affezioni epatiche e pancreatiche, patologie cardiovascolari, intolleranze e allergie alimentari, celiachia, obesità, dermatiti, malattie reumatiche e artriti, tumori, malattie neurodegenerative, autismo e tanto altro."

"Infatti, in moltissimi soggetti affetti da queste patologie è stata osservata una differenza qualitativa e numerica del microbioma rispetto a un soggetto normale. Da tutto ciò possiamo facilmente comprendere che il mantenimento dell’equilibrio delle diverse specie del nostro microbioma è un fattore da non sottovalutare per preservare al meglio il nostro benessere. Ognuno di noi deve essere consapevole che in caso di alterazione del normale equilibrio del microbioma si può adeguatamente intervenire per ripristinarne le condizioni ottimali, promuovendo un ricambio rigenerante. Questo può essere realizzato con l’uso di probiotici e a volte di antibiotici, ma anche con l’aiuto della Nutrigenomica e dalla Nutrigenetica, attraverso la pianificazione di una dieta personalizzata in relazione all’espressione del proprio DNA."

"La Nutrigenomica è la scienza che studia l’interazione dei nutrienti con il genoma umano. La Nutrigenetica studia le varianti genetiche di un soggetto che condizionano la diversa risposta ai nutrienti introdotti col cibo. Oggi, sulla base di un test nutrigenetico è possibile effettuare opportune scelte e combinazioni alimentari per mantenere a lungo un buon stato di salute e prevenire l’insorgenza di alcune malattie. La visione dell’insieme dei risultati dell’indagine genetica offre agli esperti (biologi nutrizionisti e medici specializzati) la possibilità di realizzare piani nutrizionali personalizzati, con l’obiettivo di ottenere un ricambio sistemico del microbioma in poche settimane,ponendo attenzione ai nutrienti presenti nel cibo. In conclusione, il messaggio per tutti è che la nostra flora intestinale svolge numerose funzioni benefiche per il nostro corpo. D’altro canto, noi stessi siamo responsabili della sua salvaguardia, attraverso il nostro stile di vita e la qualità della nostra alimentazione. E’ vero, infatti, che genetica ed epigenetica esercitano su di noi la loro forza espressiva, ma, allo stesso tempo, ci danno la possibilità di essere attori nel mantenimento del nostro buon stato di salute."


Laura Donato

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco