Menu

Dei Conflitti e delle Pene. #desolatiappellidellapoliticalocale

Dei Conflitti e delle Pene. #desolatiappellidellapoliticalocale

Le vicende politiche locali sono una lente di ingrandimento che ci restituisce, ridimensionati, alcuni tratti distintivi dell'attuale crisi della morale, dell'etica e di valori fondamentali. Ogni cittadino dovrebbe compiere un percorso ricognitivo periodico e spassionato. In quest'ottica si muovono le mie considerazioni che vogliono essere una mera rappresentazione della realtà.

Leggevo versioni divergenti, di parte, ciascuna dalla sua, ogni volta ho avuto l'impressione che ora una, ora l'altra parte avessero ragione. Poi ho capito che di una stessa vicenda si possono avere tante versioni, tutte apparentemente plausibili, tante quante sono le "fazioni" in campo. Conseguentemente osservo che: Non vi è, ad oggi, una verità oggettiva in base alla quale farsi un'idea spassionata e il più possibile realistica di ciò che è e di ciò che sarà.

Noto che sarebbe già gran cosa riuscire ad identificare con precisione candidati e schieramenti, ma anche questo non ci è concesso se non in maniera superficiale. Nessuno riesce ad essere esaustivo al punto da "realizzare" una piccola certezza, uno spunto dal quale ri-partire. Quei pochi "lavoratori" se ne stanno in silenzio ad aspettare un alibi stabilizzante.

Unico denominatore comune i nonsense senza piglio che, elevati al cubo, diventano matematicamente impossibili da sopportare e/o supportare. Toni e sottotono vecchi, sdruciti, "[...] lisciati così tante volte da ferri troppo roventi che se ne può vedere il segno: Quel lucido grottesco". Onestamente, non c'è nessuna personalità che possa rappresentare nel prossimo futuro, i cittadini, i loro bisogni più elementari e i grandi problemi strutturali di una società che va sempre di più in una direzione contraria alla sua stessa natura.

Per il momento, non c'è uno spirito veramente riformista e alcuni, davvero mortificanti tentativi, non sono nemmeno da prendere in considerazione. Ci troviamo faccia a faccia con la desolazione esistenziale e la mancanza di contenuti. Sorvolo sulla mancanza dei cervelli e non mi resta che sperare in una forza veramente nuova, magari all'ultimo momento, in modo da spiazzare tutti.

Oppure un "[...] rinnovato vecchiume" che ci salvi da questo inesorabile squallore, ma, in tal caso, dovrebbe esistere il Paradiso ed io sono atea.

Letizia Lucio

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione