Menu

Stabilizzazione personale del comune di Rende. "Massimiliano pilato sentenzia...". Il professore del Foro di Cosenza e consigliere comunale di Rende si sostituisce alla Cosfel per bocciare la storica svolta deliberata in giunta

Pierpaolo Iantorno Pierpaolo Iantorno

Ancora una volta una parte dell’opposizione diffonde informazioni prive di fondamento e strutturalmente false. Questa volta mi riferisco a quanto scritto dall’esponente di Rende Cambia Rende Massimiliano De Rose che, dopo aver consultato qualche burocrate aspirante in carriera e un ben definito supporto politico ministeriale, getta fango su un’operazione di grande rilievo per la comunità rendese e rispettosa dei diritti dei dipendenti comunali.

Non ci meravigliamo affatto delle modalità e dei termini che ha usato per criticare l’operato dell’Amministrazione su un tema così sensibile per i lavoratori dipendenti, le rappresentanze sindacali tutte ed i cittadini che poi rappresentano i beneficiari ultimi, primi per importanza, dei servizi comunali. Con certezza possiamo e dobbiamo affermare che il Consigliere De Rose in questi tre anni e mezzo ha prodotto niente, al di là di chiacchiere, critiche e qualche interrogazione, ha sempre pontificato, dispensato “saggi” consigli, fornito “illuminati” interventi sulla stampa e sul web e “magistrali” interpretazioni in Consiglio Comunale, tutto finalizzato ad avere un minimo di visibilità che rimane priva di contenuti.

Appare quanto meno inopportuno e strumentale richiamare l’attenzione sulla Commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali atteso che per essere efficace la revisione della dotazione organica è necessario acquisire l’approvazione, formale, da parte di questo organismo, istituito in seno al Ministero dell’Interno. E’ una cosa nota ormai a tutti da almeno quattro anni, ossia da quando il Comune di Rende è in pre-dissesto.

Memori degli errori del passato, allorquando fu fatta confusione tra la spesa teorica e quella effettiva, cosa che oggi è stata abbondantemente motivata e documentata nella delibera di giunta ingiustamente contestata, abbiamo rivisto sia il piano di stabilizzazione del personale che la dotazione organica. L’altro argomento riguarda il fondo per le risorse decentrate. Anche qui si è in linea con i parametri imposti per legge. Capiamo che è una materia difficile, ma basta studiare senza intervenire non conoscendo di cosa si parla.

In ogni caso, per essere rispettosi della norma, tra le spese previste del personale non si può andare oltre il limite fissato per l’anno 2016. Quello che va sottolineato, come gli stessi sindacati hanno scritto e pubblicato sui quotidiani locali nei giorni scorsi, è che oggi abbiamo voluto risolvere il problema del precariato comunale e, soprattutto, abbiamo agito con una visione strategica per rendere un servizio alla collettività con uffici organizzati meglio che costano meno senza, per forza, mortificare le aspettative di chi nel Comune lavora e dedica una fetta importante della propria vita.

Oggi abbiamo una certezza: è un progetto ambizioso che va oltre la durata del mandato elettorale dell’attuale amministrazione perché si vuole restituite alla città un Comune che finalmente funziona senza personalismi di sorta dando dignità a tutti i dipendenti e ai cittadini che da questi lavoratori devono avere servizi all’altezza delle tasse pagate, soprattutto in un ente come Rende che, a causa del pre-dissesto, ha le aliquote tributarie al massimo previsto per legge. Tutto questo è stato condiviso con la maggioranza dei consiglieri comunali, in perfetta sintonia in un progetto di rilancio della nostra città.

Pierpaolo Iantorno, Assessore al Bilancio del Comune di Rende

 

 

 

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione