Menu

M5S di Corigliano e Meetup Rossano Amici di Beppe Grillo", “Corigliano - Rossano: da sinistra a destra politici “ineleggibili”

M5S di Corigliano e Meetup Rossano Amici di Beppe Grillo", “Corigliano - Rossano: da sinistra a destra politici “ineleggibili”

"L’onda d’urto partita dalla Sicilia, sbatte sulla Calabria e investe la città unica. Se dall’isola è partita l’eco degli “impresentabili”, sulla punta dello stivale, zona nuova, terza  città della Calabria, si rilancia con l’urlo degli “ineleggibili”. Gli intrecci politici sono uguali. Così la cattiva politica spolpa i territori e lascia solo la polvere, che penetra corpo e mente uccidendo, come testimonia l’ultimo rapporto Svimez.

I calabresi gli italiani più poveri e 200.000 laureati in fuga dal Mezzogiorno”. E’ duro l’attacco politico del M5S di Corigliano e degli attivisti del Meetup Rossano In Movimento, dopo la sentenza della Corte d’Appello che ha espulso nei giorni scorsi Giuseppe Graziano dal Consiglio regionale. "Se in Sicilia è bastato un giorno - si legge nel comunicato dei pentastellati - dalle elezioni regionali, all’impresentabile neo deputato Cateno De Luca per essere arrestato, con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata all’evasione fiscale, all’ineleggibile Graziano sono bastati meno di 10 giorni, dal referendum sulla fusione, per accordarsi con il nemico cosentino Antonio Gentile e lo spodestato Angelino Alfano.

“E’ un patto federativo alla ricerca dell’eccellenza morale”, fa sapere Graziano. Lo stesso per i consiglieri comunali rossanesi Micciullo e Topazio, che a meno di 10 giorni dal referendum sulla fusione, passano dal PD al nemico Forza Italia.  Il tutto e il niente. A pochi mesi dalla chiusura di questa disastrosa stagione amministrativa, non poteva non mancare nella lista dei politici da mandare a casa, l’attuale Sindaco di Corigliano Giuseppe Geraci, reo, tra le altre cose, di aver condotto una fusione senza essenza e senza contenuto. Eppure già dal giugno 2016, nel corso di un tavolo istituzionale, richiesto dal consigliere M5S Francesco Sapia, e da tutto il suo gruppo, veniva sollecitata la maggioranza ad uscire dall’inerzia. Eppure fusione e politica dovrebbero rispondere solo a obiettivi di sviluppo e di gestione efficiente dei servizi: la politica, come la fusione, dovrebbe solo rispondere alla necessità di migliorare e far decollare il nostro territorio". 

Redazione

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione