Menu

Nodo sanità, nonostante il promesso incatenamento del Governatore Oliverio la Ministra Lorenzin conferma la linea del Commissariamento

Beatrice Lorenzin e Mario Oliverio Beatrice Lorenzin e Mario Oliverio

Nonostante l'annuncio del Governatore Mario Oliverio che ha manifestato l'intenzione di incatenarsi dinanzi a Palazzo Chigi se entro fine mese il Governo (diretto dal Pd, lo stesso partito del renziano Oliverio) non dovesse annullare il commissariamento della sanità calabrese affidata a Massimo Scura, la Ministra Lorenzin, appena saputo delle intenzioni del Governatore non solo ha sarcasticamente affermato che "Onestamente l'incatenazione di Oliverio mi mancava" ma ha anche confermato che Oliverio non può fare altro che "attuare le linee guida del Governo".

E' ovvio che l'annuncio di Oliverio, per la sua ridicolaggine, ha fatto sorridere non solo la Ministra Lorenzin ma chiunque nei palazzi romani ne sia venuto a conoscenza come è altrettanto ovvio che in Calabria invece di sorridere a tale scemenza i servi di Oliverio si sono subito accodati. Naturalmente non si assisterà a nessun incatenamento. Figuriamoci se Mario Oliverio con il suo fidato Ernesto Magorno, segretario regionale del Pd calabro, da renziani di stretta osservanza (finché Renzi sarà segretario nazionale del Pd e poi prontissimi ad abbandonarlo nel giorno stesso in cui Renzi non sarà più segretario del partito) insceneranno una protesta contro il Governo.

Potrebbero invece andare a supplicare in ginocchio il potentissimo sottosegretario Senatore Antonio Gentile affinché possa intercedere sulla Ministra e compagna di partito Lorenzin. Potrebbero offrire al sottosegretario Gentile una buona mano elettorale in contropartita qualora Antonio Gentile dovesse candidarsi nel collegio senatoriale uninominale di Cosenza con l'alleanza Pd - Ap, in modo tale che tutti i seguaci di Renzi possano dare il loro voto al vicecoordinatore nazionale di Alternativa Popolare.

La reazione alle affermazioni della Ministra Lorenzin da parte del Governatore Oliverio sempre più turbato ed amareggiato di avere il potere in tutto ma non sulla gestione della sanità non si è fatta attendere. "Le affermazioni della Lorenzin confermano la giustezza della mia protesta. La Ministra farfuglia argomenti inesistenti per sfuggire alle proprie responsabilità.

Quali interessi e quali forze si frappongono all'atto di sostituire l'attuale Commissario? Dicesse la verità che motiva queste resistenze sulla pelle dei calabresi". Quindi, l'ennesima querelle, l'ennesimo scontro in una telenovella che dura da tre anni e che ruota sulla gestione della sanità mentre la Calabria muore ed i calabresi languono. Ma questo alla politica non è mai interessato, non interessa e mai interesserà.

Redazione 

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione