Menu

Combustione rifiuti, sequestrata area. Rogo rese aria irrespirabile e rilasciò sostanze tossiche

Combustione rifiuti, sequestrata area. Rogo rese aria irrespirabile e rilasciò sostanze tossiche

Un'area edificabile di circa 7 mila metri quadri ubicata a Cosenza tra viale Parco e via Popilia di proprietà di una società immobiliare è stata sequestrata dai carabinieri forestali per illecita combustione di rifiuti. Il sequestro è stato disposto dal gip del Tribunale di Cosenza su richiesta della Procura della Repubblica.

L'area, del valore commerciale di circa quattro milioni di euro, è stata oggetto, nel maggio scorso, di un intervento dei militari durante il quale l'amministratore di una società immobiliare e alcuni suoi collaboratori stavano procedendo alla combustione di rifiuti depositati in modo incontrollato sul suolo.

Il rogo, i cui responsabili vennero identificati e denunciati, fece sprigionare una densa colonna di fumo che interessò una vasta area della città rilasciando anche sostanze altamente inquinanti e tossiche. Le fiamme, in quella circostanza, vennero spente dai vigili del fuoco.

 

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione