Menu

Inaugurato a Mirto Crosia il Liceo scientifico statale, sede sede staccata del Liceo di Cariati

Franco Iacucci al taglio del nastro Franco Iacucci al taglio del nastro

Un’innovazione storica nel mondo della scuola: a Mirto Crosia è stato istituito il Liceo scientifico. Si tratta di una prima classe, quale sede distaccata del Liceo di Cariati. La nuova istituzione scolastica è stata inaugurata con il consueto taglio del nastro. Per l’occasione è giunto nella cittadina ionica il Presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci. 

A fare gli onori di casa, durante l’apposita cerimonia, è stato  il dirigente scolastico, Ornella Campana. Le attività didattiche erano state regolarmente avviate già lo scorso 14 settembre, ora si è tenuta la manifestazione ufficiale di inaugurazione. La nuova classe dello scientifico, nella cittadina ionica, condivide lo stesso edificio con le classi dell’Istituto tecnico economico “Don Lorenzo Milani”. D’altronde, si tratta di un’unica scuola, perché entrambi gli indirizzi fanno parte dell’unico Istituto di istruzione superiore di Cariati.

La manifestazione inaugurale, coordinata dal sociologo e giornalista, Antonio Iapichino, ha visto un’ampia e interessata presenza di alunni, genitori, insegnanti, sacerdoti, forze dell’ordine e rappresentanti di varie associazioni. L’iniziativa è stata caratterizzata dalla partecipazione attiva di vari ospiti. La dirigente  Ornella Campana ha evidenziato che quest’anno la Festa dell’accoglienza agli studenti delle prime classi è stata arricchita dall’inaugurazione del liceo, la cui istituzione è la sintesi di un lavoro sinergico fra scuola, Comune, Provincia e Regione.

Le diverse tappe, superate progressivamente, hanno consentito il raggiungimento di questo importante obiettivo. Il Presidente della Provincia, Franco Iacucci, ha registrato le esigenze dell’utenza crosiota, fra cui la realizzazione di una recinzione per meglio proteggere questa scuola. Ha spiegato che nella società la scuola deve rappresentare un punto di riferimento. Ha fatto notare che da parte dei giovani c’è un distacco nei confronti delle istituzioni.

Iacucci ha sottolineato, inoltre, che la Provincia vuole essere un ente vicino alla gente. L’assessore comunale alla Pubblica istruzione e Cultura, Graziella Guido, ha sottolineato che il Comune è vicino a questa scuola, pur essendo un istituto di istruzione superiore, quindi, di competenza della Provincia. Inoltre, ha fatto notare che sono tanti i passi in avanti realizzati da questa istituzione scolastica.

Ora, con il liceo, i ragazzi del luogo potranno usufruire di quest’altro indirizzo scolastico senza dover viaggiare. L’Amministrazione comunale ha omaggiato a Iacucci un cofanetto, con lamina d’argento, raffigurante il Palazzo della Provincia, realizzato dall’orafo locale Domenico Tordo. La docente, funzione strumentale Caterina Urso ha spiegato che Crosia è cresciuta notevolmente come numero di abitanti, quindi, la scuola cittadina, rimanendo al passo con i tempi, ha ritenuto opportuno doversi adeguare alle esigenze dell’utenza. Infatti, dal vecchio Professionale si è passati all’Ite e, man mano, ha avviato l’iter per il liceo.

La dirigente del Comprensivo Crosia Mirto, Rachele Donnici, ha sottolineato che in quest’area si sta lavorando per creare un “polo educativo d’eccellenza”. "A Mirto - ha detto - ci sono due scuole che lavorano per la crescita della comunità sociale". Alla docente - funzione strumentale Serafina Benevento, è toccato il compito di presentare gli alunni in entrata (prime classi). La docente collaboratrice di indirizzo Gina Falco, ha curato l’ottimo coro della scuola, con la partecipazione del cantautore locale, ex alunno, Giovanni Comite. Una rappresentante degli studenti, ha portato i saluti a nome di tutti i ragazzi delle prime classi.

Redazione

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione