Menu

Approvata la nuova legge elettorale, sondaggi per gli otto collegi maggioritari alla camera, 4 al centrodestra, 1 al M5s e 3 al Pd 

Approvata la nuova legge elettorale, sondaggi per gli otto collegi maggioritari alla camera, 4 al centrodestra, 1 al M5s e 3 al Pd 

Approvata la nuova legge elettorale molti istituti statistici specializzati in sondaggi hanno immediatamente diffuso delle simulazione tenendo conto dei risultati dei sondaggi elettorali applicati alle norme che regolano la nuova legge con la quale gli italiani saranno chiamati a votare molto probabilmente il prossimo 4 marzo. Tutti gli istituti di sondaggi concordano nel fatto che ad essere avvantaggiato da questa legge sia il centrodestra che sembra essere in netto vantaggio sul Pd e sul Movimento 5 Stelle.

Per quel che riguarda la Calabria ed i suoi 8 collegi uninominali maggioritari le previsioni dell'Istituto di sondaggi Ixe ritenuto da molti altamente attendibile affidano quattro collegi al centrodestra, uno al Movimento 5 Stelle e tre al Pd. Se tale previsione dovesse valere anche per i tre collegi plurinominali proporzionali dove ogni lista potrà essere composta da quattro candidati e dalle quali verranno eletti gli altri dodici deputati che rappresenteranno la Calabria, sei dovrebbero andare a candidati del centrodestra, due seggi al Movimento 5 Stelle e quattro al Pd. Quindi il centrodestra potrebbe ambire all'elezione di ben dieci deputati su venti, mentre al Pd ne andrebbero sette e tre ai grillini.

Nessun deputato per le formazioni a sinistra del Pd, anche se su questo alcuni sondaggi divergono rispetto ad altri. Ad uscirne ridimensionato il Pd che nelle elezioni del 2013 riuscì ad eleggere ben nove deputati ai quali si sono aggiunti poi altri due deputati confluiti con un cambio di casacca. Precisamente Ferdinando Aiello che venne eletto con il partito di Nichy Vendola e passò con il Pd e Sebastiano Barbanti eletto nel Movimento 5 Stelle e poi confluito nel partito di Matteo Renzi. Nell'ambito del centrodestra a contendersi i deputati Forza Italia, Fratelli d'Italia ed il movimento "Noi con Salvini" oltre a qualche altra sigla minore che potrebbe allearsi nei prossimi mesi.

Certamente per effetto della nuova legge elettorale per molti dei venti deputati e dei dieci senatori uscenti sarà molto, ma molto difficile essere "rientranti". In molti rimarranno a casa ed alcuni sono già pronti a rinunciare alla ricandidatura essendo perfettamente consapevoli di non avere speranza alcuna di ritornare sulle ovattate ed ambitissime poltrone romane. Inoltre essendo candidature di "nominati" calate tutte dall'alto e decise da pochi segretari di partito non è detto che all'interno soprattutto dei listini dei tre collegi plurinominali della camera che per delimitazione geografica corrisponderanno a due collegi uninominali maggioritari messi insieme non si possano ritrovare nomi di non calabresi o di big nazionali essendo, fra l'altro, possibile che un candidato possa candidarsi in ben cinque collegi.

Del resto la Calabria è stata sempre terra di conquista. Nel 2013 infatti il Pd elesse in Calabria Rosy Bindi che con la Calabria non ha nulla a che fare così come in Forza Italia al Senato venne eletto Domenico Scilipoti, anch'esso completamente estraneo al tessuto politico e sociale calabrese. Ora nei prossimi trenta giorni dovranno essere definiti i confini dei collegi uninominali e poi dei collegi plurinominali.

Anche sulla delimitazione geografica si gioca la possibilità o meno che vinca l'una o l'altra coalizione, essendovi zone notoriamente più di centrosinistra ed altre notoriamente più di centrodestra. In Calabria l'attesa è tanta e, soprattutto nel Pd, l'ansia e la preoccupazione degli uscenti è sempre più palpabile ed evidente. Tutti in gara per compiacere al potente sottosegretario e tutti timorosi di subire qualche tiro mancino o qualche sonora esclusione dal sorteggio dei "nominati".

Redazione

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione