Menu

In Italia segnali di miglioramento, in Calabria, in controtendenza, crisi economica sempre più nera

In Italia segnali di miglioramento, in Calabria, in controtendenza, crisi economica sempre più nera

La Calabria da sempre è una regione ed una terra in controtendenza rispetto al resto d'Italia. Non si è vissuto alcun '68 negli anni della contestazione giovanile, non si è vissuta alcuna tangentopoli nei primi anni '90 e non si è mai avuto un vero cambiamento della classe politica. Infatti i politici della Prima Repubblica, democristiani, comunisti e socialisti di allora sono ancora i politici di oggi. Solo per citare alcuni casi oggi è Governatore della Regione Calabria Mario Oliverio che nel lontanissimo 1980 era consigliere regionale, a soli 27 anni, eletto nel Pci e che nel 1985 a soli 32 anni era assessore regionale all'agricoltura quando a guidare la Regione era il compianto leader socialista Cecchino Principe.

Oggi vicepresidente del consiglio regionale è Pino Gentile che nel 1970, circa mezzo secolo fa, era consigliere comunale a Cosenza eletto a soli 26 anni nel Psi e poi sempre eletto per tutte le elezioni successive. Basti pensare che è l'unico consigliere regionale in Italia alla sua settima legislatura regionale consecutiva. Infatti eletto alla Regione, per la prima voltanella lista del Psi, nel maggio del 1985 dopo essere stato Sindaco di Cosenza  è stato poi rieletto nel 1990, nel 1995, nel 2000, nel 2005, nel 2010 e nel 2014. Siede in Regione da ben 32 anni. Ma l'elenco è sterminato per non parlare poi dei casi di signoria politica tramandata da padre in figlio o da padre in figlia. Una terra fortemente conservatrice, incapace di qualsiasi cambiamento, di qualsiasi rivoluzione, una terra retrograda che premia sempre i fautori della sua stessa atavica ed incancrenita arretratezza.

E in uno scenario simile voluto dalla maggioranza dei calabresi da sempre seguaci del potere costituito la Calabria rimane l'unica regione dove non si registra alcun miglioramento economico. L'unica regione che non ha alcun sintomo di risveglio economico a differenza delle vicina Basilicata e della vicina Puglia. Regioni dove il cambiamento politico è divenuto realtà. Basti pensare che il Governatore della Puglia, Michele Emiliano è in politica da soli dieci anni e non è un professionista della politica come Mario Oliverio che sin dalla nascita ha fatto solo politica, bensì un magistrato prestato alla politica. E nella stagnazione politica e nella stagnazione di una classe dominante gerontocratica e stagnante ne pagano le conseguenze le nuove generazioni costrette ad emigrare per poter lavorare.

Oltre 150.000 i giovani che negli ultimi dieci anni hanno abbandonato una terra matrigna ed infatti la Calabria è ridotta ad 1.880.000 "veri" abitanti anche se i residenti risultano essere 1.970.000 con oltre 800.000 ultrasessantenni, la percentuale di anziani più alta d'Europa mentre i giovani continuano senza sosta ad andarsene. In un simile contesto l'Istat ha previsto che la Calabria fra soli 15 anni conteggerà 1.300.000 abitanti con oltre la metà di pensionati. Un popolo destinato a morire demograficamente e che, nonostante ciò, continuerà (nella sua maggioranza) a non ribellarsi e ad omaggiare e servire sempre i soliti potenti, che non solo hanno impedito alcuna crescita ma che porteranno la Calabria alla fine. Ma come diceva un grande filosofo ateniese "ogni popolo merita il Governo che ha".

Redazione

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione