Menu

Rosatellum, in Calabria traballano anche le dieci poltrone dei Senatori uscenti

Rosatellum, in Calabria traballano anche le dieci poltrone dei Senatori uscenti

Con la nuova legge elettorale, il Rosatellum, qualora dovesse essere approvata al senato e divenire legge anche al Senato per quel che riguarda la Calabria se ne vedrebbero delle belle. Tanti, fra i dieci senatori uscenti, quelli che rischiano concretamente di non essere più rientranti. Ma analizziamo uno per uno qual'è stato il loro iter politico dal 15 marzo 2013 ad oggi (il 15 marzo 2013 è stato il primo giorno della legislatura scaturita dalle elezioni tenute il 24 e 25 febbraio 2013). Nel 2013 al Senato la lista dell'allora Pdl riuscì ad accaparrarsi ben sei senatori su 10. E molti di loro vennero scelti anche grazie alla loro amicizia con chi, nel 2013, aveva un notevole peso nel Pdl.

Il riferimento è rivolto all'allora potentissimo Presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, che nei mesi successivi cadde in disgrazia scomparendo dallo scenario politico dopo aver frantumato l'alleanza che lo legava alla potente famiglia Gentile, da sempre sullo scenario della politica calabrese con un ruolo certamente non marginale. Vennero eletti al Senato nella lista del PdlPiero Aiello, poi transitato nel partito di Alfano, Alternativa Popolare, Antonio Caridi attualmente componente del gruppo Gal che comprende anche Direzione Italia di Fitto, Popolari per l'Italia e Riscossa Italia, Nico D'Ascola, anche lui in Alternativa Popolare, Giovanni Bilardi, eletto con la lista Grande Sud coalizzata con la lista del Pdl, oggi nel gruppo Federazione della Libertà guidato dal Senatore gaetano Quagliariello, Domenico Scilipoti, senatore di Forza Italia ed il Senatore Antonio Gentile, oggi sottosegretario di Stato e vicecoordinatore nazionale di Alternativa Popolare. Oltre ai sei senatori eletti nell'allora centrodestra sono stati eletti al Senato Doris Lo Moro nel Pd ed oggi in Mdp con Bersani, Marco Minniti eletto nel Pd ed oggi potente Ministro degli Interni, Molinari Francesco, eletto nella lista del Movimento 5 Stelle e poi passato con Italia dei Valori e Nicola Morra eletto con il movimento grillino.

Senza alcun problema di rielezione Marco Minniti nel Pd, Nicola Morra nel Movimento 5 Stelle e Antonio Gentile che seppur rischiando con il quorum sul piano nazionale del 3%, meta piuttosto difficile per il partito di Alfano, riuscirà senz'altro ad individuare un collegio uninominale abbastanza sicuro da candidato di coalizione. Incerta la candidatura di Doris Lo Moro che in Parlamento da più legislature potrebbe anche decidere di non candidarsi più. Difficilissima la rielezione di Francesco Molinari con Italia dei Valori.

Così come molto incerte sono le rielezioni di Piero Aiello, Nico D'Ascola, Antonio Caridi e Giovanni Bilardi. Diversa la posizione di Domenico Scilipoti che con lo stretto rapporto che può vantare con Silvio Berlusconi potrebbe trovare ospitalità in liste di altre regioni. Una situazione quindi di grande incertezza che potrebbe prefigurarsi con un grande cambiamento nell'ambito della rappresentanza dei senatori per la Calabria per le prossime elezioni che, nel caso di approvazione della legge, potrebbero tenersi il 4 marzo. Una data sempre più vicina.

Redazione

 

 

 

 

 

 
 
 
Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione