Menu

Regione Calabria, grandi attese per un prossimo rimpasto, in pole position Angela Marcianò, pupilla di Matteo Renzi

Angela Marcianò Angela Marcianò

Il Governatore della Calabria, Mario Oliverio, non prende pace e cerca in tutti i modi possibili di ingraziarsi il potente segretario nazionale del Pd, Matteo Renzi, con la speranza che lo stesso intervenga sul Ministro Lorenzin per la la tanto agognata, attesa e disperatamente voluta nomina di commissario per la sanità. Oltre ad organizzare una tre giorni all'Unical, iniziativa che ricopia la Leopolda con tavoli tematici e la presenza di qualche ministro, il Governatore Oliverio sembra stia pensando in un eventuale rimpasto di giunta, di nominare assessore regionale Angela Marcianò, già assessore comunale a Reggio Calabria e nominata nella segreteria nazionale del Pd per volere di Matteo Renzi.

Un espediente per ingraziarsi il Renzi nazionale con la speranza che la promessa nomina di commissario regionale per la sanità arrivi davvero e che le tante promesse romane finora eluse possano divenire realtà. Inoltre si vocifera nella immensa cittadella regionale (pochi metri quadrati in meno della Reggia di Versailles, la sontuosa Reggia del Re Sole) che potrebbero essere in cantiere altre due nomine in giunta rigorosamente esterne e ben lontane dai consiglieri regionali oramai costretti ferie forzate di mesi e mesi e sempre più emarginati dal reale potere regionale. Mai come in questa legislatura i consiglieri regionali hanno pesato così poco. Pochissimi consigli e silenzio assoluto da parte di molti consiglieri regionali sempre più evanescenti e sempre più invisibili.

Si continua, quindi, nelle solite logiche di potere con lo sguardo proteso ai palazzi romani mentre la Calabria arranca e mentre i giovani continuano nel loro silente e continuo abbandono con una terra dove su 1.880.000 abitanti reali (1.950.000 i residenti) oltre 800.000 sono pensionati ed i giovani sono sempre di meno. Una terra di anziani che si spegnerà demograficamente e che continua a rimanere silente ed oppressa da una coltre di rassegnazione, di illegalità diffusa e di incultura che costituiscono la base portate di una società sempre più piegata alla politica e alla casta del potere che da sempre la governa e che per sempre continuerà a governarla.

Redazione

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione