Menu

Calabria, rapporto Banca d'Italia sull'economia calabrese, il 42% dei giovani dai 15 ai 35 anni non studia e non lavora, un dato disastroso

Calabria, rapporto Banca d'Italia sull'economia calabrese, il 42% dei giovani dai 15 ai 35 anni non studia e non lavora, un dato disastroso

Che la Calabria sia una terra senza futuro è un dato di fatto che solo chi non vuole vedere continua ostinatamente a negare. A pagare il prezzo di una situazione al collasso dovuta ad una Casta politica imbelle ed incapace di governare sono soprattutto i giovani. Ma a confermare tale affermazione giunge ora il report della Banca d'Italia dell'economia calabrese nel quale si conferma che i giovani che in Calabria non studiano, non lavorano e non si formano sono addirittura il 42%.

Una categoria (denominata con l'acronimo inglese NEET) che ben rappresenta la mancanza di fiducia nel futuro delle nuove generazioni ai 15 ai 35 anni. Un dato che dovrebbe far riflettere e che da solo certifica il totale fallimento di ogni politica del lavoro. Il report è stato presentato a Catanzaro. Sempre dallo stesso report si evince che il tasso di occupazione, cioè la percentuale degli occupati della forza lavoro che va dai 15 ai 64 anni in Calabria è del 39,6%. Un tasso di occupazione bassissimo. Su 100 calabresi in età lavorativa n lavorano solo 39. Cifre da bancarotta sociale. Basti pensare che il tasso di giovani che non lavorano e non studiano a livello nazionale è del 26%, in Calabria il 42%.

Un divario fra la Calabria ed il resto del paese che si allarga sempre più, nonostante migliaia di giovani, i più bravi e laureati continuano ad andarsene e ad abbandonare una terra matrigna che non gli offre più nulla. Ma nonostante tutto ciò nulla cambia. Inoltre il rapporto della Banca d'Italia è una ulteriore conferma del progetto "Garanzia Giovani" che tanto strombazzato nei periodi elettorali si è dimostrato essere un ennesimo ed ulteriore flop come lo è stato e lo è ogni iniziativa relativa al mercato del lavoro. Ad intervenire su tali dati la consigliera regionale Wanda Ferro che ha rimarcato come tali dati siano anche una ulteriore coferma del fallimento assoluto della politica e dell'azione della Giunta Oliverio, senza ombra di dubbio la peggiore di tutta la storia del regionalismo calabrese dal 1970 ad oggi.

Redazione

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione