Menu

Si conclude a Corigliano Calabro il progetto “Pane, Amore e Made in Italy” che recupera la tradizione del pane e valorizza le tipicità regionali

Si conclude a Corigliano Calabro il progetto “Pane, Amore e Made in Italy” che recupera la tradizione del pane e valorizza le tipicità regionali

Dopo le attività laboratoriali tenutesi nei tre istituti partecipanti, la partecipazione alla Gran Festa del Pane di Altomonte, una visita a Belmonte Calabro, borgo calabrese inserito nel circuito del Cammino del Pane, con la bellezza dei suoi mulini ad acqua, e un’esperienza manuale di pane-pizza tenutasi a Montalto Uffugo, con l’uso di farine speciali di origine biologica, giunge all’epilogo con una manifestazione di chiusura il progetto “Pane, Amore e Made in Italy”. Nato da un’idea del professore Alessio Fabiano e sposato in pieno dalla dirigente dell’Istituto Comprensivo Erodoto di Corigliano Calabro, Susanna Capalbo, l’iniziativa rappresenta una sperimentazione scolastica in cui il tema del pane è stato utilizzato come sfondo integratore di un percorso didattico-laboratoriale.

Finanziato e patrocinato dall’Unione Europea, dal MIUR, dall’Ufficio Scolastico Regionale, dal Comune di Corigliano Calabro e realizzato con il contributo fattivo dell’associazione per la formazione e la cittadinanza digitale AeT Education & Training, il percorso ha coinvolto anche altri due Istituti Comprensivi di Corigliano: il Don Bosco e il Tieri; mentre l’Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche di Calabria, presieduta da Giorgio Durante, ha coordinato tutti gli aspetti tecnici e di comunicazione del percorso. L’evento finale, che si terrà lunedì 12 giugno alle ore 17.00 nel Centro di Eccellenza di Corigliano Calabro, città del circuito del ”Panturismo”, presenterà i risultati prodotti dal progetto e illustrerà come “mettere le mani in pasta” sia certamente il modo migliore per imparare e capire.

Parteciperanno alla manifestazione, moderata dal giornalista Valerio Caparelli e delineata nelle testimonianze dai docenti coinvolti e dagli studenti che hanno partecipato al progetto: Susanna Capalbo, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Erodoto; Bombina Carmela Giudice, dirigente dell’Istituto Comprensivo Tieri; Agostino Guzzo, dirigente dell’Istituto Comprensivo Don Bosco; Tommaso Mingrone, Assessore all’Istruzione del Comune di Corigliano Calabro; Alessandra Capalbo, Assessore al Marketing e alla Promozione Turistica del Comune di Corigliano; Alessio Fabiano, ideatore e coordinatore del progetto; Giorgio Durante, presidente dell’Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche di Calabria; Mario Arlia, rappresentante del progetto “La Via del Pane” di Belmonte Calabro; Antonio Aita, panificatore “Oro di Calabria”.

Il progetto ha sviluppato e valorizzato la dimensione scientifica, culturale, storica e geografica, stimolando lo scambio interculturale e la sensibilità ai temi della solidarietà e dell’inclusione sociale, tendendo soprattutto la sua azione nella promozione del Made in Italy e di tutte le tipicità regionali, partendo proprio dal pane.

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione