Menu

Il Turismo in Italia, previsioni per il 6% di aumento a livello nazionale, il 20% in Puglia e la Calabria sempre al palo

Il Turismo in Italia, previsioni per il 6% di aumento a livello nazionale, il 20% in Puglia e la Calabria sempre al palo

Il grande tesoro finora inespresso e malsfruttato in Calabria rimane il turismo ma basti solo pensare che alla Regione Calabria non vi è neanche l'assessorato al turismo, essendo la delega in mano al Presidente Oliverio e, quindi, di conseguenza, per i calabresi nessuna speranza di un miglioramento nel settore. Il tutto mentre in Italia il settore è dato in crescita dal 6% per la prossima estate ed addirittura in Puglia si prevede un ulteriore incremento del 20%. Per comprendere la sciagura calabrese con i politici che la governano ed i calabresi che li votano è lampante il paragone con la Puglia che, in pochi anni, è divenuta la regione con il più alto boom turistico d'Italia.

E la Calabria rimane al palo in un settore vitale. Come non dare ragione al Responsabile di Federalberghi - Calabria, Vittorio Caminiti, che ha sottolineato come "la politica non abbia saputo sfruttare la pubblicità del New York Times, che ha inserito la Calabria tra le 50 mete da non perdere nel 2017". Il dramma non è che la politica non ha saputo sfruttare l'occasione. Il dramma è che la politica calabrese fatta da professionisti della politica da decenni al potere lavora per sistematicamente distruggere ogni occasione. Il tutto con l'obiettivo di mantenere il popolo calabrese alla fame e nella miseria che rappresentano le basi sul quale si fonda il voto di scambio ed il potere di dominio dei politici professionisti.

Tutto deve marcire come sempre. Ed ancora una volta in Calabria vi saranno le solite spiagge sporche, il solito mare inquinato, la solita scortesia degli operatori verso quei pochi turisti che vi avventurano. Tutti saranno contro tutti, come sempre. Chi non ricorda la promessa da Fariseo che l'attuale Governatore Mario Oliverio fece negli anni passati quando da Presidente della Provincia di Cosenza promise il "mare da bere". Solita promessa farlocca e, nonostante ciò. oggi Mario Oliverio è Presidente della Regione. Ma in Calabria se si mantengono le promesse i calabresi non premiano con il voto. E' necessario prendere in giro il popolo calabrese, solo in tal modo si può garantire una carriera di 40 - 50 anni di potere politico. Solo sulla menzogna, sul potere, sul favore si basa il consenso. Questo il maledetto tumore che ha ucciso la Calabria.

Redazione

 

 

Share/Save/Bookmark back to top

Quotidiano on line di cultura, politica, attualità, sport
In attesa di registrazione al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza
Copyright 2017 - Tutti i diritti riservati
Direttore Responsabile: Bonofiglio Francesco (detto Gianfranco)
Direzione e Redazione: Via G. Rossini, 37 - 87036 Rende (Cosenza) - Italia
L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Chi siamo | Politica dei Cookie | Editoriali | Note Legali | Pubblicità |Web Mail | Mappa del Sito |                                     La Voce Cosentina © - Tutti i diritti riservati - Powered by 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione