Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Martedì, 06 Febbraio 2018 09:52

Regione Calabria, sempre più insistenti le voci di consiglieri regionali pronti a passare in Forza Italia, la maggioranza di Oliverio a rischio

Rate this item
(0 votes)

Oramai le voci di un buon numero di consiglieri regionali eletti nel 2014 nelle liste collegate con il Presidente Oliverio che sarebbero pronti a passare nel centrodestra e precisamente in Forza Italia si susseguono con sempre maggiore insistenza. Registi delle operazione di cambio di casacca soprattutto i fratelli Gentile ed in primis il senatore Gentile, contemporaneamente ancora sottosegretario in carica nel Governo di centrosinistra con Gentiloni e con il figlio Andrea candidato nel collegio uninominale di Paola - Castrovillari con Forza Italia e candidato anche nel collegio plurinominale in Sicilia a Palermo.

Sembra che almeno tre o quattro consiglieri siano pronti al passaggio certi che alle elezioni prossime a vincere sarà il centrodestra ed, in tal modo, trattare la ricandidatura e rimanere sempre sul carro del vincente. Del resto che a vincere sarà il centrodestra è oramai matematico considerando il clamoroso fallimento della legislatura a guida Oliverio che dopo tre anni di governo ha fallito su tutti i fronti.

Lo certificano i numeri sull'occupazione e tutti i dati economici e sociali di una Regione che vive il momento più cupo della sua storia dal dopoguerra ad oggi. Il Governatore Oliverio è riuscito nel miracolo di far rimpiangere addirittura chi lo ha preceduto. Ha fatto finanche rimpiangere Scopelliti e Loiero. Un record assoluto. L'obiettivo è quello di accorciare la durata della legislatura facendo mancare la maggioranza in un consiglio regionale che non conta nulla avendo Oliverio accentrato tutto verso se stesso.

La legislatura scade a novembre del 2019 ma si spera che si possano creare le condizioni per andare al voto nel mese di maggio del 2019, quindi fra un anno e qualche mese. Si potrebbe, in tal modo, chiudere per sempre una pagina nefasta della storia politica della Regione Calabria. La peggiore dal 1970, cioè da quando sono nate le Regioni, sino ad oggi.


Redazione

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« August 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco