Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Martedì, 23 Ottobre 2018 17:04

Associazione politico-culturale “Io partecipiamo”: "ex Istituto Tecnico Commerciale Statale “A. Serra” ancora in stato di abbandono"

Rate this item
(0 votes)
Piero Minutolo Piero Minutolo

L’associazione politico-culturale “Io partecipiamo” riunitasi ieri, dopo ampia discussione, ha approvato su proposta del presidente Piero Minutolo, il seguente documento: “Più di tre anni fa la nostra associazione suggerì alla Provincia di Cosenza l’idea di vendere l’ex Istituto Tecnico Commerciale Statale “A. Serra” di via Bendicenti alla Regione che, dopo averlo ristrutturato, avrebbe potuto destinarlo a sede di gran parte dei servizi sanitari dell’ASP, attualmente dislocati in diverse zone della città dei Bruzi. Alla proposta non fece seguito alcun riscontro. Fatto sta che l’immobile versa, ancora oggi, in uno stato di abbandono con conseguente degrado strutturale e perdita di valore.
Eppure, si tratta di un bene pubblico con una superficie di 3.208 metri quadri ed un valore commerciale che si aggira intorno a un milione e trecentomila euro."

"Riteniamo opportuno, pertanto, reiterare la nostra proposta perché siamo convinti che, se accolta, produrrà vantaggi a Provincia, Regione, ASP, ai cosentini e al centro storico. Ed in effetti la Provincia che, com’è noto, non naviga nell’oro per effetto dei consistenti tagli effettuati ai trasferimenti statali, non solo ricaverebbe dall’alienazione dell’immobile almeno un milione di euro ma verrebbe anche sollevata dall’obbligo di sostenere ingenti spese per impedirne il deperimento strutturale. La Regione con l’acquisto dell’immobile realizzerà una considerevole economia di spesa in quanto, stando alle affermazioni di alcuni suoi rappresentanti, impegna ben 820.000 euro all’anno per i fitti passivi relativi ai locali utilizzati dall’ASP nella città di Cosenza."

"L’ASP sarà in condizione di poter offrire prestazioni più efficienti ed efficaci ai cittadini, non più costretti a subire il disagio di dover raggiungere i servizi ora ubicati in diversi punti del territorio comunale tra loro molto distanti. L’insediamento di un elevato numero di servizi sanitari nell’ex Istituto Tecnico Commerciale “A. Serra” potrà dare, infine, un non trascurabile contributo alla riqualificazione e rigenerazione di alcuni quartieri trascurati del Centro storico quali “Cafarone”, “Spirito Santo”, Sant’Agostino e “Casali”.

"Le istituzioni competenti, pertanto, non possono continuare a restare immobili in attesa che si realizzino il nuovo ospedale a Vaglio Lise e la cosiddetta “Cittadella della salute” nelle strutture attualmente occupate dall’Annunziata per ottenere economie di spesa, razionalizzazione e miglioramento delle prestazioni sanitarie erogate dall’ASP nella città di Cosenza. Non v’è chi non veda che la realizzazione e l’entrata in funzione dei due presidi sanitari, tenuto conto della diffusa propensione al rinvio delle decisioni politiche e dei lunghi tempi d’attuazione delle opere pubbliche in Calabria, avverrà se avverrà, in un giorno futuro, incerto e, comunque, molto lontano dalle tante date annunciate e puntualmente disattese.”


Il presidente dell'associazione “Io partecipiamo”, Piero Minutolo - già Sindaco di Cosenza

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« November 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco