Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Domenica, 21 Ottobre 2018 10:46

Il Governo Giallo - Verde, il Def, l'Europa e i mass media

Rate this item
(0 votes)
Luigi Di Maio, Giuseppe Conte e Matteo Salvini Luigi Di Maio, Giuseppe Conte e Matteo Salvini

Il 4 marzo scorso con il voto degli italiani è stata indubbiamente segnata una svolta con il successo elettorale del Movimento 5 Stelle soprattutto al Sud e della Lega nelle regioni del Nord. Il 2 giugno dopo tante difficoltà per far nascere un nuovo Governo. è stata costituita l'alleanza Giallo - Verde, lega e 5 Stelle, meglio definita quale accordo di programma. Certamente una novità nel panorama politico nazionale. Da allora sono fortemente cresciute le aspettative di cambiamento e le tante speranze alimentate anche da un'incessante campagna mediatica soprattutto da parte del leader della Lega, Matteo Salvini, che ha promesso tutta una serie di riforme, dalla quota 100 con l'eliminazione della Fornero, al potenziamento della sicurezza alla tanto agognata pace fiscale, mentre il vicepremier Di Maio si è spesso molto sul reddito di cittadinanza per non accennare all'azione svolta sul tema dell'immigrazione.

Sicuramente temi che hanno acceso delle notevoli discussioni e che hanno anche irrigidito alcune posizioni. Ma quello che più risalta oggi è l'azione dirompente dei cosiddetti "poteri forti" che hanno scatenato una vera e propria azione combinata di guerra e di lotta verso questo governo. In primis l'Europa con la critica feroce verso un Documento economico finanziario (Def) che appare essere per i vertici dell'Europa tutto il male possibile ed immaginabile e che ha scatenato e scatenerà ancor più nei prossimi giorni rialzi dello spread, critiche e revisioni verso il ribasso delle grandi agenzie di valutazione economica, crisi delle borse e tutto ciò che finanziariamente possa sfiancare un governo non gradito alla nomenclatura europea.

A questo si aggiunge l'azione mediatica incessante tipica della sinistra radical chic sempre pronta a criticare gli altri dimenticando che quando la stessa ha governato ha prodotto un tale fallimento da indurre gli italiani a votare Lega e 5 Stelle, dimenticando quindi che se oggi vi è un governo Giallo - Verde il merito o demerito è esclusivamente d addebitare ad un governo gestito dal Pd che ha collezionato disastri su disastri. In tutto questo contesto si inseriscono le grandi banche, l'alta finanza, la Chiesa, l'alta ed inamovibile burocrazia e tanti altri centri di potere che continueranno a rendere difficilissimo l'ardito compito di cambiamento che gli italiani attendono dal premier Conte, e dai vicepremier Salvini e Di Maio. Certamente una situazione politica e, di riflesso, economica e finanziaria difficile ed incerta che potrebbe avere esiti imprevedibili.

Tutto ciò dimostra chiaramente come nel nostro Paese sia difficile, se non impossibile, declinare delle azioni mirate veramente a dei cambiamenti strutturali e duraturi. Un Paese troppo piegato su se stesso con un debito pubblico stratosferico che lo rende schiavo e succube dell'Europa, dove il Sovranismo, l'identitarismo, caratteristiche essenziali della politica della Lega, e dove un diverso modello di assistenzialismo, snodo centrale del pensiero dei 5 Stelle, rappresentano un serio pericolo soprattutto per le lobby finanziarie sovranazionali che comandano da sempre. Una sfida interessante anche se non scevra da pericoli. Ma quando si combatte contro i poteri veri le sfide sono sempre pericolose. Lo insegna la storia.


Gianfranco Bonofiglio

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« November 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco