Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Lunedì, 17 Settembre 2018 11:00

28 settembre 2018 - NOTTE DEI RICERCATORI “SuperScienceMe - REseArCH in your REACH”

Rate this item
(0 votes)

La Notte dei Ricercatori è ormai vicina. Nei prossimi giorni si svolgerà la conferenza stampa e sarà presentato il programma del grande evento scientifico in programma per il prossimo 28 settembre 2018 all’Università della Calabria così come negli altri atenei calabresi e in contemporanea ad oltre 300 università europee. Già attivo il sistema di prenotazione delle visite guidate nei laboratori, nei centri di ricerca, nei musei e in tutte le strutture coinvolte nell’iniziativa.

La Notte dei Ricercatori finanziata dalla Commissione Europea

Dopo quattro edizioni di grande successo, a decretare eccellente la Notte dei Ricercatori dell’Università della Calabria è stata la Commissione Europea che per i prossimi due anni l’ha finanziata attraverso il bando “European Researchers’ Night” (H2020-MSCA-NIGHT-2018). Alla call europea, l’Università della Calabria (coordinatore del progetto) ha partecipato in partnership con Università Magna Grecia, Università Mediterranea, Regione Calabria e il CNR (istituti ITM, IIA, ICAR, IIT, NANOTEC, IBFM). Il progetto proposto si basa sul format firmato Unical che prenderà vita, quest’anno, anche negli altri atenei calabresi: visite nei laboratori e nei centri dove si fa ricerca nella prima parte della giornata del 28 settembre prossimo, expo di aziende e organizzazioni che operano nel mondo della scienza e dell’innovazione il pomeriggio e grande spettacolo di chiusura la sera.

Il tutto animato da diverse attività culturali collaterali e, in occasione dell’anno europeo del patrimonio culturale, quest’anno saranno organizzate, in collaborazione con i musei calabresi, una serie di iniziative preliminari finalizzate alla scoperta delle risorse storico-culturali della Calabria. A quanto pare tutto questo è piaciuto molto alla Commissione Europea che ha assegnato al progetto della Notte, dal titolo “SuperScienceMe: ResEArCH in your REACH”, un punteggio di 13 su 15 e un posto in classifica di tutto rispetto, 22 sui 55 finanziati in tutta Europa. Complessivamente i progetti in gara erano 128; 14 quelli presentati dall’Italia di cui la UE ne ha finanziato 9, e fra questi c’è SuperScienceMe, frutto del lavoro di progettazione dell’Unical, precisamente dello staff del Liaison Office, l’ufficio che ha promosso e coordinato la presentazione della Notte alla Commissione Europea, coinvolgendo la Regione Calabria, gli altri due Atenei calabresi e il CNR.

Orgoglioso dell’importante risultato ottenuto, poiché nella Evaluation Summary Report della Commissione Europea si legge che la proposta “SuperScienceMe” è stata finanziata ottenendo ottimi punteggi rispetto ai criteri di eccellenza, impatto e implementazione, il Liaison Office, coordinato dal suo responsabile Andrea Attanasio, promotore quattro anni fa della Notte dei Ricercatori Unical, è già al lavoro per l’organizzazione del grande evento di divulgazione scientifica che, come sempre, ha l’obiettivo di avvicinare il grande e variegato pubblico calabrese alla ricerca. Grande soddisfazione per il successo ottenuto in Europa dalla Notte dei Ricercatori Unical e per l’ottimo lavoro svolto dagli organizzatori è stata espressa dal Magnifico Rettore prof. Gino Mirocle Crisci e dal suo delegato alla Ricerca e al Trasferimento Tecnologico, prof. Giuseppe Passarino.

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco