Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Martedì, 11 Settembre 2018 11:09

Francesco Mazzei, presunto stupratore della tredicenne rimane in carcere, il Gip convalida l’arresto

Rate this item
(0 votes)

Attualmente si trova in carcere Francesco Mazzei, 42 anni con l’accusa di violenza sessuale, sequestro di minori e rapina. L’uomo che ha all’attivo reati per furto, rapina, scippi è legato anche al mondo della droga. Si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al giudice per le indagini preliminari per i fatti che lo vedono colpevole di violenza sessuale ai danni di una tredicenne con l’aggravante di aver sequestrato l’amico minorenne, di 17 anni, affetto da autismo che avrebbe assistito a quei momenti tragici nel parcheggio sotterraneo della stazione dello Stato a Cosenza.

Una vicenda che non è chiara e sulla quale il sostituto procuratore Donatella Donato titolare del fascicolo d’indagine e i carabinieri dell’aliquota radiomobile diretta dal maresciallo Italiano della compagnia cittadina al comando del tenente Petrocchi continuano ad indagare. Un altro tassello che può aggiungersi alla vicenda è che dai primi accertamenti sanitari sembra che i medici non siano stati in grado di verificare se la giovane fosse stata realmente violentata.

L’unico dato certo è che la 13enne abbia già avuto rapporti sessuali pregressi. Ricordiamo che i carabinieri del nucleo radiomobile su segnalazione del fidanzato della 13enne sono intervenuti immediatamente e all’arrivo sul luogo indicato hanno trovato il 42enne insieme ai due minori e ai due extracomunitari. E’ stata la ragazza, quindi, appena visti i militari dell’Arma, ad accusare l’uomo di averla violentata.

La difesa dell’indagato durante l’interrogatorio di garanzia ha chiesto l’applicazione di una misura meno afflittiva. Rimane il problema, però, di verificare se l’uomo abbia una dimora in quanto sembra che il 42enne, sorvegliato speciale, abiti alla stazione ferroviaria dello Stato dove puntualmente viene controllato dalle forze dell’ordine. L’uomo si sarebbe ritagliato una piccola area in cui vivere composta da un materasso che divide con una coppia di rumeni “ospiti” della struttura ferroviaria.

 

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« November 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco