Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Lunedì, 03 Settembre 2018 09:22

Giannuzzi (Agricoop): allarme per le aziende olearie calabresi, in arrivo 30mila tonnellate di olio a dazio zero dalla Tunisia

Rate this item
(0 votes)

"La commissione europea sarebbe intenzionata a dare il via libera ad un contingente aggiuntivo a dazi zero sull'import di olio di oliva tunisino. La commissione Europea avrebbe confermato le sollecitazioni ricevute dal governo tunisino per chiudere l’accordo in tempi brevi: la richiesta prevede la concessione per il biennio 2019-2020 di un contingente a dazi zero di 30 mila tonnellate, scaduto nel 2017, che si andrebbe ad aggiungere alle 56.700 tonnellate di importazione già esenti da tariffe doganali previste dall'accordo di associazione Unione Europea - Tunisia del 1995."

E' quanto scrive in una nota la dott.ssa Innocenza Giannuzzi, Presidente Agricoop. "L’Unione Europea non si è posta il problema del disequilibrio tra domanda e offerta? Per noi non è cosi, sono ormai anni che combattiamo contro l’arrivo, spesso illegale, dell’olio tunisino. La Sicilia la scorsa settimana ha lanciato l’allarme dell’arrivo di olio Bio di provenienza Tunisina, dichiarando che se si procederà cosi, tutte le aziende produttrici di olio saranno destinate a chiudere!"

"Ci chiediamo se è mai possibile non tutelare il Made in Italy, se è possibile cedere alle sollecitazioni del governo Tunisino e mettere a rischio le aziende italiane e, soprattutto, quelle calabresi che spesso sopravvivono tra mille difficoltà. Quale sarà il destino dei produttori? Trasformare i frantoi in musei e gli uliveti in giardini? Ricordando i tempi passati di quando la Calabria era una terra produttrice di “oro verde”!"

"Questo è quello che ci aspetta: il ricordo? Oppure qualcuno deciderà di tutelare le imprese e difendere l’olio extra vergine di oliva Italiano? Non siamo contro la globalizzazione ma neanche possiamo permettere che la nostra ricchezza venga azzerata, e che il nostro patrimonio sia solo un lontano ricordo favorendo altre nazioni. Abbiamo un patrimonio di imprese, di persone, di territori da tutelare e da difendere, che vi siano rapporti internazionali ma che questi non incidano negativamente sul prodotto calabrese!"

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« November 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco