Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Martedì, 10 Luglio 2018 10:35

Carlo Vanzina, l'ultimo saluto al regista. Oggi i funerali

Rate this item
(0 votes)
Carlo Vanzina Carlo Vanzina

Una processione incessante di amici e colleghi nella clinica Mater Dei, ai Parioli. Le lacrime del mondo del cinema e dello spettacolo per la morte di Carlo Vanzina, che si è spento a 67 anni dopo una lunga malattia. Già dalle 9.45 di questa mattina una folla si è riunita intorno alla basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri in Piazza della Repubblica, a Roma per i funerali del regista.

La piazza è stata transennata e sono arrivati alla spicciolata tantissimi attori e registi per rendere omaggio al principe della commedia. Tra i molti colleghi e amici Paolo Sorrentino, Pupi e Antonio Avati, Christian De Sica, Carlo Verdone, Ricki Tognazzi, Fiorello, Nancy Brilli, Diego Abatantuono, Aurelio De Laurentiis, Mara Venier, Vincenzo Salemme, Ezio Greggio, Giovanni Veronesi, Sabrina Ferilli, Andrea Occhipinti.

Tra i personaggi presenti, anche Silvio Berlusconi e Enrico Mentana, Giuseppe Marra, Carlo Rossella, Luca Cordero di Montezemolo. La cerimonia funebre è celebrata da Don Andrea che nella sua omelia, bella e calda, ha ricordato la "fede quieta" del regista "capace di vivere la vita anche quando i riflettori erano spenti, una vita piena". Il parroco ha raccontato che il regista aveva parlato con lui del fratello, della moglie, delle figlie e del padre "che gli aveva regalato la cultura e l'amore per il cinema". E a proposito della malattia Carlo Vanzina si era confidato col sacerdote dicendogli: "Io combatto e mi affido".

 Tanti i ricordi, in Rete, i messaggi di chi lo ha conosciuto e ci ha lavorato. E tanti coloro che hanno voluto salutarlo, nella clinica romana dove si è spento. Nessuna camera ardente allestita, per volontà della famiglia. "Per me Carlo era tutto. Era mio fratello, era il mio migliore amico - ha detto il fratello Enrico nell'ultimo ricordo affidato alle pagine del «Messaggero» - Siamo stati insieme praticamente tutti i giorni della nostra esistenza, prima da piccoli, poi da adolescenti, poi lavorando insieme. Carlo è stato il mio passato ed era il mio futuro."

"Essendo il fratello maggiore ho provato a proteggerlo per tutta la vita. Non ce l'ho fatta. Come diceva George Simenon `bisogna accettare la vita come viene, lei è più forte di noi´". "Sono profondamente rattristato, con lui il cinema italiano perde un protagonista che ha saputo dipingere con ironia affettuosa il costume, le abitudini, le qualità e i difetti degli italiani" ha detto in una nota l'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Ma sui social sono tantissimi i ricordi e i messaggi dei vip per il regista scomparso.

 

 

 

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« July 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Archivio Articoli