Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Mercoledì, 10 Gennaio 2018 08:57

Nicola Caruso, Senatore Accademico UNICAL - Caso Roccisano: “Oliverio, avevamo ragione noi”

Rate this item
(0 votes)
Federica Roccisano Federica Roccisano

“Dopo più di un anno di denunce e appelli, termina l’agonia dell’ei fu assessore regionale Federica Roccisano - si apre così la nota stampa di Nicola Caruso, Senatore Accademico UNICAL e componente del Coruc - che lascia il suo scranno senza essere circondata nemmeno dall’affetto del suo partito, né tantomeno la compiangeranno i calabresi, desiderosi di dimenticare in fretta una delle peggiori espressioni della già mediocre classe dirigente alla guida della nostra Regione”.

“Ci pensiamo due volte prima di festeggiare, visto che, a fare le spese dell’incolore permanenza della Roccisano a Palazzo Campanella, è stata tutta una generazione di studenti calabresi, abbandonati da una classe dirigente capace di dare ascolto solo agli interessi del Partito Democratico e dei suoi sodali. La stessa Roccisano è stata sedotta da questo sistema, rimanendo volutamente sorda agli appelli istituzionali che più volte le ho rivolto, ma ora si ritrova abbandonata, avendo evidentemente esaurito la sua utilità politica nei piani del deus ex machina di ogni fallimento di questo governo: Mario Oliverio. Lo stesso giustifica la revoca visti i ‘troppi limiti e le troppe insufficienze nella gestione del settore’ dopo soli tre anni dalla nomina."

"Da due anni andiamo predicando nel deserto le sue dimissioni, dopo aver appurato la sua totale incapacità politica e istituzionale. Ancora urlano vendetta gli oltre 2,6 milioni di euro di fondi europei per l’inserimento degli studenti disabili che andarono perduti, così come sono ormai definitivamente archiviati col silenzio i numerosi appelli che le abbiamo rivolto per ricercare soluzioni condivise sul diritto allo Studio. Con la sua revoca, Oliverio fa il minimo sindacabile per provare a sopperire ad anni di vergognosa inattività politica e istituzionale di un settore fondamentale."

"E non creda che ci accontenteremo di un contentino una tantum, come lo stanziamento di cinque milioni di euro per il diritto allo studio, che puzza tanto di vetrina politica e non di volontà programmatica volta a superare un problema. Non si può pensare che queste misure siano sufficienti a liquidare l’impegno sull’Università, che merita ben altro livello di attenzione. A tal proposito, annuncio che inoltrerò una richiesta di convocazione del Coruc al fine di garantire un’equa distribuzione di questi fondi tra gli Atenei. Il nostro impegno non finisce qui: per noi non contano gli interpreti istituzionali, ma solo gli interessi degli Studenti. Ed è per questi, come sempre, che continueremo a batterci quotidianamente”.

 

 

Share/Save/Bookmark

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« July 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco