Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Martedì, 09 Gennaio 2018 09:28

Manovre alla Regione, Oliverio revoca l'assessorato al lavoro a Federica Roccisano, in pole position Enza Bruno Bossio che potrebbe non ricandidarsi alla Camera

Rate this item
(0 votes)
Federica Roccisano Federica Roccisano

Il Governatore della Calabria, Mario Oliverio ha revocato la delega di assessore al lavoro e alle Politiche Sociali che era stata affidata alla giovane Federica Roccisano, che, in più occasioni, aveva dimostrato evidenti limiti di gestione oggi riconosciuti dallo stesso Oliverio. Ma in molti leggono la decisione presa in piena campagna elettorale per le politiche come una mossa strategica dello stesso Oliverio che certamente non ha alcuna intenzione di non essere protagonista nelle decisioni del Pd in merito alle candidature per la Camera e il Senato. Infatti la revoca della Roccisano  viene letta dai più come una manovra elettorale in piena regola.

Un assessorato in più che si libera e si aggiunge a quello lasciato libero dalla Barbalace e che non è stato mai rimpiazzato. Quindi si rafforza l'ipotesi di un rimpasto di giunta che apra a scelte di natura politica e non tecnica. Un rimpasto che potrebbe essere giocato nella partita a poker di un Pd in grande difficoltà in Calabria per le prossime elezioni. Difficoltà accresciute anche dal grande e palese fallimento della gestione Oliverio, oramai riconosciuta dalla maggioranza dei calabresi e di molti di quelli che nel 2014 votarono lo stesso Oliverio quale la peggiore gestione della storia del regionalismo calabrese. In un tale contesto fallimentare la possibilità di un rimpasto potrebbe creare posti di riserva verso i tanti parlamentari uscenti che con grande difficoltà potranno ritornare a sedersi sulle amate poltrone che hanno riscaldato per cinque anni senza fare nulla per la Calabria ed i calabresi.

E nel totonomine della nuova probabile giunta impazzano tanti nomi. Quello più gettonato è quello della deputata uscente Enza Bruno Bossio, la potentissima deputata del Pd, gentil consorte di Nicola Adamo, dirigente di partito che, nonostante ufficialmente non detenga alcun incarico, è da ritenersi il vero Armand de Richelieu della Regione Calabria, considerando il grande ascendente che Nicola Adamo ha sempre esercitato e continua ad esercitare sul Governatore Oliverio.

Si apre, quindi, una nuova pagina della politica calabrese, sempre vissuta nelle logiche del potere e delle spartizioni di partito, mentre si assiste ad una Regione silente su tutto e che non ha contribuito sinora, in tre anni di potere governativo, a risolvere nulla di nulla assistendo ad una giunta regionale che continua ad essere di basso profilo anche se a favore della giunta vi è da dire che con Mario Oliverio al governo, da perfetto post - comunista ancora nei fatti comunista, sia la giunta che il consiglio contano sempre meno, anzi non contano nulla.

Ovviamente per defenestrare l'oramai ex assessore Roccisano il solito comunicato in perfetto politichese "Tale decisione è motivata dall’esigenza di rilanciare l’azione di governo in un settore particolarmente delicato della vita della regione. Nei mesi scorsi su alcune problematiche di particolare rilevanza sociale sono emersi limiti ed insufficienze nella conduzione dell’assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali che hanno contribuito ad alimentare, in diverse circostanze, un clima di tensione sociale.

Diverse, infatti, sono state le vicende che hanno reso necessaria l’assunzione delle problematiche in prima persona da parte del Presidente della Giunta. Nei giorni scorsi, il Presidente Oliverio, in un colloquio con Federica Roccisano ha avuto modo di chiarire le ragioni di tale decisione e di ringraziarla per il lavoro svolto in questi trenta mesi nei quali le è stata riposta la sua fiducia".

Redazione
 
 
Share/Save/Bookmark
« January 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Archivio Articoli